Bere caffè fa male? La risposta ti stupirà

Molti di noi non riescono a fare a meno del caffè durante il giorno. Infatti, specialmente per esempio al mattino, per la colazione, è una delle bevande più gettonate. Naturalmente il caffè, come comunemente viene ritenuto, contribuisce a darci quella carica iniziale di cui abbiamo bisogno per far fronte a tutti gli impegni della giornata.

La questione consiste nel fatto che ci sono molte opinioni anche contrastanti sull’opportunità di bere più o meno caffè nel corso della giornata. Molti pensano, per esempio, che bere caffè in maniera eccessiva possa fare male. Ma quanto c’è in questo di vero? Scopriamone di più attraverso le ultime ricerche scientifiche sull’argomento.

Il caffè riduce il rischio delle malattie cardiovascolari

In Australia è stato svolto uno studio che mette in evidenza quelli che sarebbero a tutti gli effetti dei benefici legati al consumo di caffè. Infatti è stato visto che, secondo quanto dicono gli esperti australiani, avere la possibilità di consumare due o tre tazze di caffè nel corso della giornata può ridurre sensibilmente il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari.

Il discorso vale per vari tipi di caffè, anche quello macinato, quello istantaneo e quello decaffeinato. Secondo gli scienziati che hanno effettuato una ricerca osservazionale, il fatto che il caffè possa ridurre l’insorgenza delle malattie legate al sistema cardiovascolare può fare pensare anche di ridurre la possibilità di morire prematuramente.

I benefici della bevanda sarebbero derivanti da alcune sostanze chimiche che ci sono nei chicchi di caffè piuttosto che attribuibili alla caffeina in quanto sostanza principale presente nei vari tipi di caffè che spesso vengono consumati.

Come è stata svolta la ricerca sui benefici del caffè

Ci sono quindi buone notizie per chi non rinuncia a quelle due o tre tazze di caffè nel corso della giornata. Come abbiamo già specificato, il caffè ridurrebbe le malattie cardiovascolari e contribuirebbe quindi alla salute di molte persone.

Leggi anche: Per ridurre lo stress basta trascorrere un’ora in mezzo alla natura

I ricercatori hanno scoperto tutto ciò esaminando lo stato di salute e la morte prematura o meno di 450.000 persone che hanno seguito nel corso di 12 anni. Hanno visto così in tutti i casi che chi beveva caffè aveva meno probabilità sia di sviluppare malattie cardiovascolari sia in generale di morire.

Leggi anche: Perché il dolore aumenta di notte? Ecco l’incredibile spiegazione

Quindi gli esperti sono concordi nel dire che bere delle modeste quantità di caffè può essere ritenuto un comportamento che fa bene al cuore. Ovviamente raccomandano comunque di non esagerare, perché altrimenti si potrebbe incorrere in degli effetti negativi sulla salute, sui quali c’è bisogno ancora di approfondire.