Storia di una ladra di libri è un film che si ispira ad un romanzo che ha raggiunto un successo inaudito. La storia della piccola Liesel ha fatto commuovere tutti ed è per questo che è nato un film che ha portato in scena le parole dell’autore. Ecco dunque qualche curiosità sul personaggio di Max Vandenburg.

Storia di una ladra di libri: il romanzo

Prima di essere un film, Storia di una ladra di libri è stato un romanzo di successo nato dalla mente e dalla mano di Markus Zusak. Il titolo originale dell’opera è The Book Thief e in un primo momento era stato tradotto con La bambina che salvava i libri.

La protagonista della vicenda è una piccola bambina di 9 anni che risponde al nome di Liesel Meminger. Siamo nel 1939 in Germania, un periodo in cui la segregazione razziale e l’astio contro gli ebrei sono al massimo.

La piccola Liesel viaggia con la mamma e il fratellino ma purtroppo questo verrà a mancare a causa di una brutta malattia che non gli lascia scampo. Durante il funerale del fratello Liesel trova un libricino di cui si appropria e da quel momento la bambina comincia a maturare un’attrazione verso il mondo dei libri e della letteratura.

Purtroppo in quel periodo storico i libri non vengono ben visti poiché si tratta di una libertà di espressione che non viene concessa alla gente. Per questo vengono istituiti dei grandi roghi e Liesel diventa la ladra di libri perché in ogni circostanza riesce a salvarne qualcuno.

Ad ogni modo Liesel vivrà dei momenti molti duri che la metteranno spesso alla prova ma che le faranno conoscere delle persone che diventeranno fondamentali per tutta la durata della sua vita.

Chi è Max Vadenburg?

Max Vadenburg è uno dei protagonisti principali del libro e del film Storia di una ladra di libri. Il suo personaggio è interpretato da Ben Schnetzer. Max è un ragazzo di circa 26 anni il cui padre, Erik, aveva salvato il buon Hans durante la guerra. Proprio per questo l’uomo gli aveva giurato eterna riconoscenza, dichiarando che lo avrebbe aiutato nel momento del bisogno. Decide quindi di accogliere nella sua casa il giovane Max, trattandolo come un figlio.

Leggi anche: La vera storia di Hans Hubermann protagonista di Storia di una ladra di libri

Il giovane ha un carattere molto acceso e non si tira mai indietro, nemmeno quando la sua vita rischia di essere messa in pericolo. Vive quindi per un lungo periodo di tempo nel seminterrato di Hans e della moglie e stringe un forte legame di amicizia con la giovane Liesen.

Leggi anche: La vera storia da cui è tratto il film Storia di una ladra di libri

Purtroppo la sua salute è compromessa e giorno dopo giorno peggiorerà sempre di più. E’ proprio in questo momento che Liesel mostra la sua grande riconoscenza al ragazzo e si prende cura di lui come nessuno aveva mai fatto prima.

Fonte: Vaso Tsismetzoglou

Articolo successivo

Black Out – Vite sospese: dove si trova la Valle del Vanoi nella realtà