La Terra sarebbe più abitabile se l’orbita di Giove fosse diversa: l’incredibile scoperta

L’universo sicuramente nasconde ancora molti misteri. Gli esperti sono costantemente al lavoro per cercare di trovare una risposta precisa a molte domande che riguardano non solo i pianeti del sistema solare, ma anche ciò che accade al di fuori dello spazio a noi conosciuto.

Sappiamo, ad esempio, che il nostro è l’unico pianeta, tra quelli che sono a noi noti, che può ospitare la vita così come la conosciamo. Stiamo parlando, quindi, dell’unico pianeta abitabile, per diverse caratteristiche che abbiamo imparato a conoscere nel corso degli anni.

I delicati equilibri del nostro sistema solare

Di certo tutto si basa su delicati equilibri, che non dipendono esclusivamente dal nostro pianeta stesso, ma che sicuramente hanno a che fare anche con gli altri corpi celesti del sistema solare. Sono tantissimi i fattori che contribuiscono a fare in modo che nel nostro pianeta si sia sviluppata e possa esistere la vita.

Quello che sappiamo, adesso, consiste nel fatto che la Terra potrebbe essere ancora più abitabile, se si verificasse una particolare situazione nel sistema solare. Infatti l’abitabilità aumenterebbe se Giove avesse un’orbita più ovale rispetto a quella che possiede attualmente, che è sostanzialmente circolare.

Questa modifica nell’orbita di Giove finirebbe con il rendere l’orbita della Terra differente, con la possibilità di rendere più calde delle zone del nostro pianeta che attualmente hanno una temperatura sotto lo zero.

Questo permetterebbe alle forme di vita di occupare altri luoghi che normalmente allo stato attuale non potrebbero essere abitabili.

Come è stato condotto lo studio e cosa è stato osservato

A specificare questa particolare condizione dell’orbita di Giove che renderebbe il nostro pianeta più abitabile è stato un gruppo di ricerca coordinato dagli esperti dell’Università della California di Riverside, con una collaborazione con il Centro per l’Astrofisica dell’Università del Queensland Meridionale e del Centro per l’Astrobiologia di Sydney.

Leggi anche: Trovate su Marte molecole organiche: sono tracce di vita?

Gli esperti hanno messo a punto delle simulazioni tenendo conto di un modello di sistema solare speciale, calcolando cosa succederebbe se Giove avesse orbite diverse da quella che possiede attualmente.

Tenendo conto del fatto che Giove ha una massa che è 2,5 volte più grande del totale di tutte le masse degli altri corpi celesti del sistema solare, ha un’influenza notevole dal punto di vista gravitazionale sulle orbite degli altri pianeti del nostro spazio di universo.

Leggi anche: In tanti pianeti dell’universo piovono diamanti: la scoperta è incredibile

Se Giove si avvicinasse al nostro pianeta, riuscirebbe ad incidere sull’inclinazione dell’asse terrestre, ottenendo una modifica negativa dal punto di vista dell’abitabilità. Si avrebbero quindi delle stagioni poco sopportabili e il ghiaccio del mare arriverebbe ad una porzione del nostro pianeta quattro volte più alta rispetto a quella che caratterizza la situazione attuale.