“Vivere a colori”: questo il titolo del convegno che si svolgerà a Furore, presso l’Hostaria di Bacco, a partire dalle 17 di domenica 8 Gennaio.

Quello conclusivo delle festività natalizie sarà un pomeriggio all’insegna della riscoperta del valore dell’arte come volano di sviluppo per il paese dipinto della Costa d’Amalfi, in un susseguirsi di testimonianze e dialoghi che vedranno protagonista l’identità, sospesa tra storia e mito, di un territorio unico al mondo per fascino.

Il convegno si aprirà alle 17, con l’intervista al dottor Francesco De Stefano: il giovane laureato presenterà il suo elaborato di tesi incentrato sui murales di Furore “paese dipinto”.

Seguirà, alle 18, la tavola rotonda sul tema “La dimensione dell’arte nel contesto in cui viviamo”, che vedrà gli interventi di personalità accomunate dalla loro azione, a vario titolo, a sostegno dell’arte nel contesto territoriale.

Dialogheranno tra loro l’architetto Mariano Mazzella, figlio dello scultore Luigi Mazzella, realizzatore della “Vela” di Furore, l’avvocato Antonella Marchese, consigliere comunale, Michele Scognamiglio, specialista in scienze dell’alimentazione e patologia clinica, giornalista e scrittore, Bartolo Merolla, coordinatore del Forum dei Giovani di Furore, Michele Laurino, sindaco di Sant’Angelo Le Fratte, il comune più dipinto d’Italia.

Dialogheranno tra loro, inoltre, anche Carla Viparelli, Vincenzo Perna e Alberto Silvestri, artisti della rassegna “Muri d’autore”, lo chef narrante Emilio Pompeo, e Nino Cannavale, cuoco e presidente dell’associazione “Cuochi Normanni”.

Non soltanto l’arte figurativa, ma anche quella culinaria saprà fare la sua parte per rendere ancor più olistico l’evento di questa domenica.

La serata, infatti, rappresenterà anche l’occasione per presentare una nuova creazione di casa Ferraioli, realizzata per omaggiare, con il gusto ma anche con i cinque sensi nel loro complesso, il compianto Raffaele Ferraioli, già sindaco del paese dipinto dal 1980 al 2019 e patron di Bacco, ideatore del turismo esperienziale in Costiera Amalfitana: il liquore del sindaco, realizzato dall’antica distilleria Petrone.

Seguirà, in chiusura di serata, un aperitivo narrante ricco di sfizi a base di prodotti tipici del territorio, che si accompagneranno al bartender Francesco Conte. L’evento sarà moderato da Andrea Bignardi.

Articolo successivo

A quanto ammonta il mantenimento che Piero Chiambretti versa all’ex moglie: le cifre