Vivevano in condizioni pietose, salvati 21 cagnolini maltrattati nel salernitano

Sono stati salvati 21 cagnolini nel salernitano che vivevano in condizioni pietose, abbandonati al loro destino.

Una storia che fortunatamente ha avuto un lieto fine che non sempre è possibile raccontare in vicende di questo tipo.

Come riportato dal quotidiano “La Città”, i 21 cagnolini erano in condizioni precarie, malati e pieni di zecche. Il sostituto procuratore Antonio Cantarella ha disposto il sequestro dell’allevamento abusivo.

Denunciato il titolare, A.G., di San Cipriano Picentino. I militari hanno provveduto a liberare gli animali dalla loro prigonia.

Per loro è scattato l’affidamento a titolo gratuito all’associazione zoofila di Nocera che gestisce il canile comunale.

Un vero e proprio canile lager quello nel quale era finiti i piccoli amici a quattro zampe. Una situazione di degrado che avrebbe potuto attentare alla loro incolumità.

Fortunatamente l’intervento delle forze dell’ordine ha restituito una nuova opportunità ai cani che ora sperano di trovare una famiglia disposta a dare loro tutto l’amore che meritano,