Virgo Fidelis: Carabinieri della Costa d’Amalfi celebrano la patrona dell’Arma

“Nei secoli fedele”. Il 21 novembre i Carabinieri celebrano la Virgo Fidelis, patrona dell’Arma che quest’anno ricade nel giorno dell’81esimo anniversario della Battaglia di Culqualber e della “Giornata dell’Orfano”.

La ricorrenza è stata celebrata dai Carabinieri della Costa d’Amalfi al Duomo di Scala. A presenziare la funzione religiosa Mons. Orazio Soricelli, arcivescovo della Diocesi Amalfi – Cava de’ Tirreni con Padre Vincenzo Loiodice.

Tra gli scanni il Capitano dei Carabinieri della Compagnia di Amalfi, Umberto D’Angelantonio, i responsabili dei Nuclei Operativo e Radiomobile, dei comandanti di stazione e di tutti i Militari della compagnia, dei Carabinieri in congedo, i sindaci della Costa d’Amalfi e i civili e gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Ravello – Scala.

Al termine della cerimonia religiosa è stata letta la preghiera del Carabiniere ed i saluti da parte del capitano D’Angelantonio che ha ringraziato i presenti di aver presenziato alla celebrazione.

Nel suo discorso di saluto il Capitano ha anche affermato che con ogni probabilità questo che si avvia a conclusione sarà anche il suo ultimo anno alla guida dell’arma in Costa d’Amalfi dal momento che l’incarico in compagnia dura quattro anni.

Il sindaco di Scala, Luigi Mansi, presidente della Conferenza dei Sindaci della Costa d’Amalfi ha sottolineato la stretta collaborazione tra l’Arma dei Carabinieri e le pubbliche amministrazioni.

Virgo Fidelis

Virgo Fidelis è l’appellativo cattolico della Vergine Maria scelta quale patrona dell’Arma dei Carabinieri l’11 novembre 1949, data della promulgazione di un apposito Breve apostolico da parte di papa Pio XII.

Il titolo di Virgo Fidelis, proposto con voto unanime dai cappellani militari dell’Arma e dall’Ordinariato militare per l’Italia, era stato sollecitato in relazione al motto araldico dell’Arma (Nei secoli fedele) dall’arcivescovo Carlo Alberto Ferrero di Cavallerleone che nel 1949 era ordinario militare. L’arcivescovo compose anche il testo[1] della Preghiera del Carabiniere alla Virgo Fidelis.

La ricorrenza della Patrona è stata fissata dallo stesso papa Pio XII per il 21 novembre, giorno in cui cade la Presentazione della Beata Vergine Maria e la ricorrenza della battaglia di Culqualber.