Ville di pregio, Costiera ambita da americani e inglesi/ I dati

Tasso di occupazione del 90% nelle strutture di pregio della Costiera Amalfitana. Sono i dati diffusi da SalernoNotizie. Più della metà sono americani. Da inizio anno prenotate complessivamente 107 settimane di vacanza in ville e tenute campane.

Sono sempre più imponenti i numeri relativi ai turisti stranieri che soggiornano nelle strutture ricettive della Campania. Stando ai dati trasmessi dall’Osservatorio Emma Villas, leader italiano nel settore del vacation rental (ossia affitti brevi di ville e tenute di pregio con piscina privata), sempre più turisti scelgono di passare le vacanze nelle tenute di pregio campane. Più della metà (il 57%) arriva dagli Stati Uniti.

Seguono i turisti inglesi con l’11% mentre sul gradino più basso del podio si attestano gli australiani (8%). La permanenza media nelle dimore di pregio campane è di 1,16 settimane per un prezzo medio che si attesta intorno ai 3mila euro per prenotazione.

Per Giammarco Bisogno, Fondatore e Ceo di Emma Villas srl “il progressivo allentamento negli scorsi mesi delle restrizioni per viaggiare ha incentivato il ritorno nel nostro Paese di turisti provenienti anche da molto lontano. C’è voglia di tornare a visitare l’Italia e le ville di pregio rispondono ai requisiti di scelta sia dei turisti stranieri che di quelli italiani. Sappiamo che chi le sceglie lo fa principalmente per avere una location appartata, a contatto con la natura, lontana dal traffico ma vicino a luoghi di interesse”.

“Chi trascorre le proprie vacanze in villa lo fa anche per avere a disposizione una location unica ed esclusiva, dove poter vivere gli spazi senza condividerli con persone estranee e, non da ultimo, poter trascorrere il tempo con familiari e amici nello stesso posto, condividendo le spese. Tutte caratteristiche prese in grande considerazione dal turista moderno, e che le ville possono offrire”.