Parte dalla Costa d’Amalfi la nuova proposta teatrale. Su il sipario all’Augusteo per Dracula, opera sul vampiro più famoso della storia. Tournée al via il 20 gennaio a Salerno. Tappe a Roma, Milano e Firenze. Le parole del regista amalfitano Ario Avecone, mente geniale dell’Amalfi Musical.

L’insolita anteprima in piazza Portanova a Salerno lo scorso 5 gennaio. Un flash mob che ha stupito e incuriosito i tanti passanti e turisti che, nel tardo pomeriggio, si erano riversati nel centro e hanno incontrato, a sorpresa, un gruppo di ragazze vestite da sposa, nella loro eterea bellezza e illuminate dal fuoco delle candele.

Sarà il Vampiro più famoso della storia a rubare la scena presso il teatro Augusteo di Salerno. Partirà dal capoluogo la tournée di Vlad Dracula, opera del regista amalfitano Ario Avecone.

Protagonista indiscusso della letteratura inglese di fine ottocento, ispirato alla storica figura del Principe di Valacchia Vlad III e dotato di grande fascino, Dracula non solo rappresenta il vampiro per antonomasia ma è anche una delle maggiori incarnazioni del male: attrae e terrorizza, seduce e uccide.

Il personaggio arriva in versione musical grazie all’intuizione di Ario Avecone.

Sono sempre stato affascinato dalla letteratura gotica di fine ottocento – spiega il regista – e un amante degli autori che in quegli anni scrivevano di misteri, amore non corrisposto e morte. Le atmosfere tetre e malinconiche di queste opere mi hanno spinto a mettere in scena una nuova storia, un nuovo racconto tratto dal noto romanzo epistolare di Bram Stoker”.

Dalla ricerca letteraria è nata l’ispirazione per creare e  raccontare una nuova storia sul vampiro più famoso del mondo: “Quello che raccontiamo nasce dall’inquietudine, dalla rabbia e dalla solitudine che l’animo umano può provare in un tempo così complesso come quello che stiamo attraversando. Alla base di quei romanzi e quindi anche della nostra storia c’è sempre l’eterno dualismo tra il bene e il male, che è l’anima della riscrittura del testo e della regia di Vlad Dracula, dove ogni personaggio è stato curato nei minimi particolari sia da me che da Manuela Scotto Pagliara, co-autrice del testo”.

Le anime dei personaggi si rivelano spesso tormentate, ambigue, pur presentando una loro fragilità di base: “Su questo si gioca il grande scontro tra luce ed ombra, dove l’alchimia, la scienza e soprattutto l’amore e la passione sono i veri protagonisti”.

Un altro grande tema affrontato è il rapporto tra l’uomo e il tempo. La sua relatività e variabilità, che rende ognuno di noi capace di allargare i momenti belli e stringere quelli brutti, e viceversa. Un modo per esorcizzare forse l’impossibilità che abbiamo di rallentarlo davvero. “La mia speranza non è tanto di fornire risposte, ma piuttosto di far emergere domande tra gli spettatori. Il modo migliore per rendere un’opera contemporanea allo stesso tempo spunto di riflessione, ma anche momento di divertimento e di puro intrattenimento”, chiosa Avecone.

locandina

Tournée 2023

dal 20 al 22 Gennaio 2023 – Salerno – Teatro Augusteo

dal 24 al 29 Gennaio 2023 – Roma – Teatro Brancaccio

12 Febbraio 2023 – Firenze – Teatro Verdi

25-26 Febbraio – Fermo – Teatro dell’Aquila

18 Marzo – Varese – Teatro di Varese

dal 23 al 26 Marzo – Torino – Teatro Alfieri

dal 28 Marzo al 02 Aprile – Milano – Teatro Nazionale

Orario spettacolo

Venerdì e Sabato ore 21

Domenica ore 18

Prezzi biglietti

Primo Settore 41,80 euro

Secondo Settore 33 euro

Galleria 25,30 euro

Articolo successivo

Grande Fratello Vip, Davide Donadei rischia la squalifica: pesantissima frase su Oriana