Costa d’Amalfi e targhe alterne: in quanti rispettano l’ordinanza? La situazione multe

Nessuna contravvenzione per mancato rispetto del dispositivo sulle targhe alterne è stata elevata, al momento, ai veicoli circolanti lungo la Statale 163 Amalfitana, a partire dalla sua entrata in vigore.

E’ quanto riferisce il comandante Giuseppe Rivello, che guida la Polizia Municipale dei comuni di Maiori, Minori ed Atrani, la cui organizzazione è gestita in modo unificato.

I controlli sono stati effettuati a partire dal 1° agosto, data dalla quale le limitazioni vigono quotidianamente e non solo nel weekend, a campione e non ad imbuto per ovvie ragioni di traffico veicolare, all’altezza di Capo d’Orso, nel territorio comunale di Maiori.

Si tratta di un punto strategico per la circolazione delle automobili, che canalizza buona parte dei veicoli diretti da Vietri Sul Mare verso i principali centri della Divina, e viceversa.

Il dispositivo delle targhe alterne resterà valido, per tutti i giorni, dalle 10 alle 18, fino al 31 agosto, mentre nel mese di settembre esso entrerà in vigore soltanto il sabato e la domenica, negli stessi orari.

Stando alla delibera integrativa del dispositivo, ormai già in vigore da giugno, possono circolare liberamente, compilando l’apposito modulo diffuso sui portali web delle Polizie Locali:

i residenti nel Comune di Agerola previa esibizione documento di riconoscimento in corso di validità;
gli ospiti delle strutture alberghiere ed extralberghiere, muniti di regolare prenotazione da esibire agli organi di controllo, limitata agli spostamenti necessari per l’arrivo (check-in) e la partenza (checkout);
i lavoratori dipendenti, non residenti in Costiera Amalfitana, muniti di regolare contratto e operanti in strutture pubbliche e private nei Comuni della Costiera;
i proprietari di abitazioni non residenti in Costiera Amalfitana, muniti di attestazione del Comune ove insiste l’abitazione.

Questi ultimi possono ottenere l’autorizzazione comunale per i autoveicoli intestati ad uno dei membri del nucleo familiare del proprietario dell’abitazione previa esibizione della seguente documentazione:
visura catastale o attestazione IMU;
autocertificazione che attesti di essere in regola con il pagamento dei tributi comunali;
autocertificazione di Stato di famiglia;
copia del libretto di circolazione dell’autoveicolo.

Il Comune nel quale si trova l’abitazione, dopo aver verificato i requisiti necessari, rilascia un contrassegno autorizzativo uguale per tutti i comuni della Costa d’Amalfi valido per il transito sull’intero tratto della Statale 163.

Durante questo periodo sono esclusi dal dispositivo di circolazione a targhe alterne i residenti in tutti i tredici comuni della Costiera Amalfitana, i veicoli al servizio di titolari di contrassegno H purché presenti a bordo dello stesso, taxi, NCC, mezzi di soccorso e forze di Polizia.