Gli struffoli sono un must della tradizione dolciaria campana natalizia.

Sempre presente sulle tavole della Costiera Amalfitana, questo dolce ha origini antichissime: probabilmente fu portato a Napoli dagli antichi Greci, ma è soltanto a partire dal 1600 che si hanno testimonianze di questo dolce nell’accezione (quasi) attuale del termine.

Dolci simili sono diffusi anche in altre regioni del centro-sud, come l’Abruzzo e la Calabria, dove assumono nomi differenti a seconda dei loro luoghi d’origine.

Eccone la ricetta.

Per un vassoio di struffoli per 10 persone occorrono:

Per il composto:

400 grammi di farina 00
80 grammi di burro fuso freddo (o 60 g di strutto)
40 grammi di zucchero semolato
3 uova medie
2 cucchiai di liquore all’anice o rum
scorza grattugiata di un’ arancia
scorza grattugiata di un limone
un pizzico di sale

Per la frittura:

Un litro di olio di semi di arachidi

Per la decorazione:

300 g di miele
50 g di frutta candita mista (ciliegie, scorza d’arancia, cedro)
2 cucchiai di zucchero a velo
confettini e zuccherini colorati a piacere

Procedimento

Setacciare la farina all’interno di una grande ciotola. Unirvi il sale, le scorze grattugiate degli agrumi, lo zucchero, il burro fuso freddo (in alternativa alla sugna) e il liquore all’anice o rhum. Mescolare il tutto grossolanamente con un cucchiaio, sino a ricavare un composto sabbioso.

Praticare un foro centrale in cui aggiungervi le uova. Impastare, poi, con le mani, fino a ottenere un composto liscio e omogeneo. Formare un panetto, avvolgerlo con pellicola trasparente e far riposare a temperatura ambiente per trenta minuti.

Trascorso questo tempo riprendere l’impasto e staccarne un pezzo di circa 50 g. Formare un cilindro dal diametro di 1 cm e con un coltellino staccate tanti piccoli pezzetti larghi 1 cm. Proseguire così per tutto il resto dell’impasto, sino a formare delle piccole sfere rotonde.

Versare metà dell’olio per friggere all’interno di una casseruola in acciaio (può andar bene anche una padella con i bordi alti) e mettere il tutto sul fuoco.

Friggere pochi struffoli alla volta: se dovesse formarsi schiuma in superficie toglierla con un mestolo forato. Gli struffoli cuoceranno in 30-40 secondi: durante la frittura sarà opportuno smuoverli con il mestolo in modo da farli cuocere in maniera uniforme. Recuperarli con un mestolo forato e farli scolare su carta assorbente per fritti.

Articolo successivo

Ballando con le stelle, quanto guadagna Alex Di Giorgio? Svelato il cachet