Scala, sospese le attività in presenza della Scuola Primaria e Secondaria

Il sindaco di Scala, Luigi Mansi, ha sospeso le attività didattiche in presenza della Scuola Primaria e Secondaria.

Il motivo della decisione è legata alla presenza di alcuni casi di positività al Covid-19. Attualmente il numero di cittadini di Scala positivi è di 20.

Il sindaco dei comune più antico della Costiera Amalfitana, intende così tutelare l’incolumità dei propri cittadini. Purtroppo quella degli studenti è una delle fasce più a rischio anche a causa della mancanza della copertura vaccinale.

I contagi tra gli under 15 si sono triplicati

Il Presidente della Regione si sofferma sulla situazione che si sta creando in questo ultimo periodo: i contagi tra gli under 15 stanno aumentando vorticosamente, sono addirittura triplicati.

Come spiega De Luca, infatti, “Gli ultimi dati che abbiamo, per quanto riguarda il contagio, vedono la triplicazione del contagio per la fascia d’età sotto i 15 anni e in modo particolare fra gli 11 e i 13 anni“.

Quindi, per prevenire un’ulteriore ondata pandemica, De Luca sottolinea la necessità di completare l’immunizzazione del personale scolastico, solo in questo modo si eviterebbe un vero e proprio “disastro”.

“I bambini”, prosegue De Luca“sono vettori formidabili di trasmissione del contagio. Nelle scuole il personale sanitario rischia di essere estremamente esposto a forme di nuovo contagio.”

Ricordando che, nei primi mesi di campagna vaccinale, la Campania è stata “la prima regione per livello di vaccinazione tra il personale scolastico”invita dirigenti, docenti e personale scolastico a replicare il primato.