Salerno, Piazza Alario: “Assenti videosorveglianza e recinzione arborea”

Conclusi finalmente i lavori in piazza Alario a Salerno. Esulta il Sindaco “Interventi semplici e sobri”. Il ripristino del verde pubblico ha però lasciati uno strascico polemico. Soprattutto da parte di chi, in questi anni, si è battuto per ridare dignità a una vera e propria cartolina della città di Salerno.

Salerno recupera un’area di grande interesse per la cittadinanza. Nella giornata di ieri il primo cittadino Napoli, in compagnia dell’assessore all’ambiente Massimiliano Natella, hanno presenziato in piazza Alario. L’area, lasciata al degrado e all’incuria, ha finalmente recuperato l’antico splendore.

Ma non è tutto oro quel che luccica. Il comitato cittadino “Salviamo piazza Alario”, infatti, replica alle parole del Sindaco. Attraverso le parole del suo portavoce Ciro Caliendo – sulle frequenze di Radio Alfa – l’associazione ha sottolineato le mancanze: “Avevamo richiesto una recinzione arborea per evitare la sosta notturna dei motorini. Il quartiere lamenta rumori, schiamazzi. Si continua a fare orecchie da mercante. Il tipo di intervento non è soddisfacente. Come comitato ci saremmo aspettati il rispetto di linee guida differenti che, se fossero state seguite, avrebbero sortito effetto diverso. Dovrebbe esserci una zona di socializzazione in coda all’area ma è assente. Il sistema di videosorveglianza promesso non è stato installato. Panchine nuove di abete saranno fradice tra meno di un anno. Un risparmio senza badare alla vocazione di giardino mediterraneo”.

Così ieri il Sindaco di Salerno Vincenzo Napoli:

“Sono terminati i lavori di riqualificazione in Piazza Alario. Con interventi semplici e sobri, abbiamo restituito ai cittadini una splendida area verde che regala un’immagine di grande eleganza e gradevolezza a questa storica piazza del centro storico. Sono certo che diventerà un luogo molto apprezzato dai residenti del luogo, da tutti i salernitani e dai turisti, in particolare con l’arrivo della bella stagione”.