Salerno: inaugurato il Trincerone Est. Piazza e parcheggi nuovi nel centro della città

Venerdì 23 aprile è stato inaugurato a Salerno il Trincerone ferroviario Est. I lavori, per un importo di oltre 10 milioni di euro, comprendono la realizzazione della piastra di copertura dei binari ferroviari, la predisposizione al collegamento viario parallelo alla linea ferrata da via L. Cacciatore a via dei Principati e le opere in sottopasso per la predisposizione del collegamento viario parallelo alla linea ferrata da via M. Ripa a via Dalmazia.

Con un successivo stralcio di completamento, in fase di progettazione, saranno ultimate e rese fruibili le opere di collegamento viabilistico finale con via Dalmazia, da un lato, e tra via Cacciatore e via dei Principati dall’altro.

Si tratta di un’opera di grande valore che contribuirà al miglioramento della mobilità e della vivibilità in un quartiere centrale e nevralgico della città. La copertura dell’area di circa 4800 mq compresa tra via Nizza e via Balzico ha, infatti, consentito la realizzazione di una nuova piazza con 30 stalli di parcheggio auto a rotazione e superfici attrezzate per lo sport ed il tempo libero.

Chi è Donatella Rettore: età, marito, figli, vita privata, curiosità e carriera

Donatella Rettore è una delle cantanti più conosciute e apprezzate del panorama musicale italiano. Grazie alla sua voce e al suo talento ha conquistato l'ammirazione...

“La copertura del Trincerone ferroviario Est è un’opera importantissima ed estremamente complessa – afferma il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli. Rientra nel più ampio progetto di collegamento viario tra la zona della stazione ferroviaria e il centro storico e che contribuirà al miglioramento della mobilità e della vivibilità in un quartiere nevralgico della città. Da oggi, in un’area di 4800 mq compresa tra via Nizza e via Balzico, avremo una nuova piazza con 30 stalli di parcheggio auto a rotazione e superfici attrezzate per lo sport ed il tempo libero. Con questo nuovo tassello si perfeziona ulteriormente l’immagine della città che abbiamo concepito”.