Riapertura scuole ad Amalfi, la protesta dei genitori: “Trasporti inadeguati”

La notizia della riapertura delle scuole in Costiera Amalfitana ha suscitato una certa preoccupazione tra i genitori.

Il tema più delicato sarebbe quello dei trasporti. Nel corso dei mesi scorsi erano state istituite una serie di corse aggiuntive sarebbero state tagliate.

Attraverso una nota i rappresentati dell’Istituto Marini Gioia di Amalfi, Camilla Criscuolo, Annaluna Di Lieto, Federica Sorrentino e Camilla Sammarco, hanno chiesto alle autorità competenti una riapertura in sicurezza.

Noi rappresentanti dell’Istituto Superiore Marini-Gioia abbiamo proposto al corpo studentesco di rimanere in DAD per la giornata di domani. Il messaggio che vorremmo far passare é quello di continuare lo svolgimento delle attività scolastiche ma in sicurezza, sicurezza che non verrá garantita a causa dei seguenti fattori:
– il sovraffollamento dei trasporti pubblici (fenomeno sempre stato presente ma che risulterá ancor piú disagioso a causa della mancanza dei pullman della ditta Gena, la quale ha sospeso momentaneamente il contratto con la Sita);
– un mancato screening di tamponi (essenziali per un ritorno a scuola più sicuro)
Dunque non parliamo di un semplice “capriccio” perché riteniamo che la scuola sia alla base di tutto, ma i problemi ci sono, ora più che mai.
Confidiamo nei Sindaci della Costiera affinché si apprestino ad offrirci un rientro a scuola che rispetti tutte le norme anti-Covid.
In quanto al Preside, il quale non ha risposto alle nostre mail, tramite un genitore abbiamo saputo che sosterrà una nostra eventuale “manifestazione” dovuta alla mancanza dei pullman. A voi genitori chiediamo di essere coscienti e di prendere in considerazione tutti gli eventuali rischi che ci sarebbero in un imminente ritorno a scuola“.

Una prospettiva decisamente preoccupante quella manifestata dai rappresentanti d’Istituto del Marini Gioia di Amalfi.

Sarebbe inaccettabile che nella giornata di domani gli studenti si trovassero costretti a rimanere in strada a causa della mancata disponibilità di autobus a supporto del servizio di linea.