Ravello, volontario ritrova zaino con mille euro e lo restituisce. Il racconto

Un volontario del progetto ReidRavello ritrova zaino con oltre mille euro e lo riconsegna ai proprietari. È accaduto martedì a Villa Rufolo. Gentilezza, cortesia e onestà dei membri del progetto di cittadinanza attiva della Città della Musica.

Uno zaino zeppo di banconote. Oltre mille euro contenuti in una sacca scura all’ombra presso Villa Rufolo. La cifra non ha fatto cadere in tentazione Aldo Serretiello, volontario del progetto Reid Ravello che presidiano i giardini e le sale del complesso monumentale. È stato proprio Aldo ad accorgersi di quello bagaglio abbandonato.

In un pomeriggio affollato di turisti quello di martedì a Villa Rufolo può succedere che qualcuno, ammaliato dalla bellezza del monumento e dei giardini, lasci vicino ad un’aiuola il proprio bagaglio per scattare qualche foto o per godere del panorama e si dimentichi di riprenderlo. È quello che ha fatto una coppia di turisti, lui kosovaro e lei austriaca, che ha abbandonato il proprio zaino continuando la visita.

La coppia di turisti, una volta accortasi della dimenticanza, è tornata in Villa alla ricerca di quel bagaglio che oltre ai passaporti, conteneva svariate carte di credito e banconote per un valore di oltre mille euro. Piacevolmente colpiti dalla professionalità del personale la coppia ha voluto lasciare un regalo ai volontari che in questi anni sono balzati spesso agli onori delle cronache non solo per la gentilezza, la cortesia e la disponibilità ma anche per la loro prontezza, onestà e intraprendenza.

CITTADINANZA ATTIVA – Ha spento di recente le sei candeline il progetto di cittadinanza attiva ReidRavello, promosso da Fondazione Ravello e Comune di Ravello finanziato da Jti Italia. Il progetto è sorto per rispondere alla funzione di offrire ai ravellesi in età non lavorativa la possibilità di sentirsi utili alla collettività e apprezzati.