Obiettivo: educare i bambini alle differenze. A Maiori “L’altro sono io”

“L’Altro sono io”: questo il titolo del progetto interamente finanziato con i fondi assegnati al Comune di Maiori da un recente decreto del Ministro per le Pari Opportunità e la famiglia, in accordo con il Ministro dell’economia e delle finanze.

La disposizione di legge, infatti, prevede la realizzazione di numerose e diverse attività finalizzate all’inclusione della diversità, intesa in numerose accezioni, tra cui quella fisica, religiosa, culturale e di genere.

Uno scopo, quest’ultimo, che si traduce anche nell’ambito del progetto, che vuole educare i bambini a rispettare le differenze e vederle come un valore: è fondamentale, per accompagnarli nella crescita, raccontando come l’inclusione, l’accettazione e il rispetto dell’altro siano i veri pilastri dell’esistenza.

Le diversità, specifica l’amministrazione comunale nella nota di introduzione al progetto, vanno comprese, accettate, rispettate, condivise.

L’articolazione dell’iniziativa prevede, in un primo momento, giochi di conoscenze e di collaborazione per permettere di abbattere le diffidenze reciproche e creare un clima di apertura e di fiducia tra i bambini e gli educatori.

Seguiranno, in un secondo momento, alcuni “percorsi motore” da compiere a coppie, finalizzati alla percezione dell’altro come proprio simile, laboratori manuali artistici dedicati al Natale, incontri sul tema della pace e incontri con i genitori per il superamento del disagio familiare.

Le attività del progetto “L’Altro sono io” sono finalizzate ad educare alla speranza e alla giustizia, a favorire il rispetto dell’altro, promuovendo l’educazione all’altruismo, al dialogo e alla solidarietà.

Ad essere destinatari del progetto saranno i bambini residenti nel Comune di Maiori, in un numero massimo di quaranta, e che frequentino le prime tre classi della scuola primaria.

In caso di un numero di adesioni superiore l’iniziativa sarà articolata in modo differente.

Il progetto si svolgerà dal 5 al 30 dicembre 2022 e si articolerà su circa dodici incontri della durata di due ore ciascuno. Gli incontri si svolgeranno presso la sala conferenza del Convento San Francesco di Maiori il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle 16.15 alle 18.15.

Il progetto del comune è promosso dalla Società Cooperativa La Fonte di Maiori.

La domanda di partecipazione potrà essere presentata fino ad esaurimento dei posti disponibili tramite consegna a mano della stessa all’Ufficio Protocollo, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12, oppure a mezzo pec all’indirizzo: protocollo@pec.comune.maiori.sa.it