Maiori, eventi culturali che raccontano l’arte tra recital e poesie

Due giorni dedicati alla cultura. Si terranno il al Salone di Palazzo Mezzacapo a Maiori, nei giorni 10 e 11 dicembre 2022, si promuovono momenti culturali che mettono al centro l’arte in tutte le sue sfaccettature.

Momenti culturali di grande impatto a Palazzo Mezzacapo. Si terranno nei giorni del 10 e 11 dicembre esposizioni visive e verbali che discutono dell’arte. Protagonisti, scatti e racconti che narrano il movimento.

Il 10 dicembre alle ore 19 va in scena uno spettacolo teatrale dal titolo Razza Sacra, scritto da Riccardo Pechini che vedrà in scena Marina Remi, Marco Vergani con la regia di Mariano Lamberti, una produzione Arteteca.

Nel centenario della nascita di Pasolini si raccontano vita e opere dell’artista, punto fermo della cultura grazie alla capacità di leggere e anticipare le trasformazioni della società.

In maniera poetica Pier Paolo Pasolini utilizza l’espressione Razza sacra per indicare tutta quella umanità che resiste all’omologazione, alla religione della merce, alla perdita della propria unicità.

L’undici dicembre dalle ore 18 e 30, prenderà via il recital dal titolo Il gioco della memoria, che l’associazione Canone Inverso metterà in scena nel Salone di Palazzo Mezzacapo. Lo spettacolo vede protagonista l’Arte, espressione d’amore, mezzo di unione, linguaggio universale, ponte di congiunzione tra culture e fedi del mondo. Il recital fonde le arti della fotografia, della recitazione e della musica.

violino

Attingendo dal libro il lingua napoletana Soli – scritto da Massimo Perrino – si è assemblato uno spettacolo agile e di sicura presa. Le poesie sono interpretate dall’attrice Tonia Filomena, protagonista di Libidine Violenta, l’ultima opera teatrale targata Enzo Moscato.

Ogni poesia è associata una proiezione fotografica realizzata dalla fotografa Adele Filomena ed ogni immagine diventa rappresentativa di ogni tema dell’opera poetica dell’autore del libro.

Le musiche, composte per l’occasione da Loreto Gismondi, sono eseguite dal vivo da quest’ultimo e cantate dalla Soprano Tania di Giorgio. Le poesie trattano tematiche che spaziano dalla forte questione migratoria all’identità di genere.