Viabilità e targhe alterne: Gruppi Consiliari di Minoranza chiedono tavolo tecnico in Prefettura

L’ordinanza Anas sulle targhe alterne in Costa d’Amalfi è andata in vigore a partire dalla giornata di sabato 18 giugno tra un numero indefinito i polemiche da parte soprattutto dagli operatori turistici.

A scendere in campo contro l’ordinanza anche tutti i Gruppi Consiliari di Minoranza della Costa d’Amalfi che chiedono un incontro con il Prefetto di Salerno dal momento he la viabilità sulla SS163 Amalfitana è tra le più problematiche d’Italia sia per la conformazione della stessa arteria e sia per i grandi flussi turistici che accompagnano i mesi estivi e quelli a ridosso delle festività.

Con ordinanza n. 340 del 2019 l’Area compartimentale Campania dell’ANAS ha regolamentato la limitazione alla circolazione sul territorio in oggetto operando un raccordo delle ordinanze emesse dalle Amministrazioni comunali di Positano, Praiano, Amalfi, Atrani, Ravello, Cetara e Vietri sul mare.

I Dirigenti di settore dei rispettivi Comuni hanno in seguito riconfermato in un documento congiunto l’applicazione della citata ordinanza ANAS, nelle more della definizione di un “progetto strutturale per contingentare a monte il flusso di veicoli sulla S.S. 163 Amalfitana allo scopo di realizzare una Zona a Traffico Limitato (ZTL) di tipo territoriale tesa a regolamentare gli accessi sulla predetta Strada Statale per una viabilità sostenibile”, d’intesa con la Regione, la Provincia e l’Anas, ad eccezione di Maiori e Minori.

Le Amministrazioni sono chiamate effettivamente e costantemente a fronteggiare gravi situazioni di crisi della viabilità che hanno causato ed inevitabilmente genereranno sempre più forti disagi sul regolare andamento dei servizi e della mobilità con compromissione, altresì, del soccorso pubblico. In tal senso è fortemente necessario predisporre interventi strutturali operativi anche di carattere preventivo.

“A tal fine, le opposizioni consiliari della Costa di Amalfi scriventi chiedono al Prefetto di Salerno di voler assicurare la promozione delle attività di analisi, gestione, condivisione e monitoraggio del Comitato Operativo per la Viabilità provinciale con riferimento alle problematiche della mobilità nella Costa d’Amalfi, pianificando, a tal uopo, l’istituzione di un tavolo operativo di coordinamento sulla viabilità che assicuri uno strumento adeguato per la predisposizione di decisioni condivise e di interventi operativi anche di carattere preventivo e tenga conto delle molteplici istanze degli amministratori locali, degli operatori della sanità, della protezione civile, degli operatori turistici operanti sul territorio attraverso il coinvolgimento diretto degli stessi”.