Campania, si tuffa in mare per scappare dai carabinieri ma rischia di annegare

Cerca di sfuggire all’arresto dei carabinieri e si tuffa in mare ma rischia di annegare, è accaduto in Campania.

Dopo aver scippato la borsa a una donna è stato individuato e inseguito dai carabinieri. Il ladro, però, per cercare di sfuggire ai militare si è gettato in  mare rischiando la vita.

È stato salvato, quando era ormai stremato e stava per affogare, dagli uomini della Guardia Costiera.

Chi è Nicole Orlando: età, sindrome di down, fidanzato e medaglie

Nicole Orlando è un'atleta paralimpica che ha portato i colori azzurri a raggiungere i traguardi più importanti nell'atletica.Tesserata per la società di ginnastica La...

I militari di Torre Annunziata lo hanno sorpreso mentre stava scippando la borsa di una donna. Per evitare di essere raggiunto si è tuffato dal molo di Ponente. Ha nuotato per oltre cinquecento metri per tentare di farla franca, ma dopo due ore in acqua non ce l’ha fatta più e ha rischiato seriamente di annegare.

Lo hanno salvato gli uomini della Capitaneria di porto, che lo avevano inseguito a bordo di una motovedetta nelle acque della Campania.

È stato accolto a bordo, ma una volta a riva è stato consegnato dai carabinieri. Soccorso dal personale del 118, è stato portato al pronto soccorso del’ospedale Maresca di Torre del Greco e poi è stato arrestato.