“Amalfi Canta il Natale” torna a partire da questa sera dopo i due anni di stop forzati dovuti alla pandemia di Covid -19.

L’evento musicale che vanta con la regata storica la più lunga trazione della città marinara, giunge quest’anno alla sua XXIX edizione che, come di consueto, si terrà all’interno del maestoso Duomo di Sant’Andrea.

L’evento, lo ricordiamo, è organizzato dalla Diocesi di Amalfi in collaborazione con Comune di Amalfi e Consorzio Amalfi di Qualità e quest’anno anche con il supporto del Consorzio Mozzarella di BufalaDop.

Per la 29esima edizione sono previste ben tre serate. La prima è proprio per questa sera, 29 dicembre, dove alle 18.00 si esibiranno in Cattedrale con i cori ben dieci formazioni, che avranno come protagoniste il canto sacro.  per continuare il 30 dicembre e infine la serata conclusiva il 2 gennaio 2023.

Anche quest’anno all’evento è legato il Premio “Siate Costruttori di dialogo: Amalfi ed il Suo Apostolo, Ponte tra Oriente e Occidente”. Il riconoscimento, collegato alla manifestazione canora, per questa sesta edizione, è stato assegnato dalla commissione ad esponenti della comunità locale che si sono distinti, ciascuno nel loro settore, per la gestione dell’emergenza causata dalla pandemia da Covid-19.

Il premio sarà consegnato dall’Arcivescovo e da un rappresentato del Comune di Amalfi a: Vincenzo Oddo, presidente della Millennium Costa d’Amalfi, al Maresciallo Giuseppe Flinio – Comandante della Stazione Carabinieri di Amalfi e al dottor Ulisse Di Palma – cardiologo.

L’intento del premio è di dar merito a uomini e donne di buona volontà del territorio costiero o che con esso hanno stretto ed intessuto rapporti, i quali si prodigano nel costruire il dialogo e promuovere la fratellanza e la pace, in cui “Oriente e Occidente”, non rappresentano solo un ambito geografico, ma un “simbolico ponte” che talvolta unisce ciò che altrimenti sarebbe inevitabilmente diviso.

Ricordiamo che tutte le serate saranno trasmesse in diretta streaming dal Centro Televisivo Cattedrale di Amalfi.

Articolo successivo

Dov’è stato girato Purché finisca bene – Una scomoda eredità: città e location