Vinitaly 2019: alla Scippata di Apicella i tre cornetti gold dell’Ais Campania

Primi riconoscimenti per i vini della Costiera Amalfitana al Vinitaly di Verona dove è in svolgimento da oggi la 53esima edizione della più grande vetrina enologica italiana.

Qui, nel padiglione della Regione Campania, sono stati assegnati questo pomeriggio i “3 Cornetti Gold” della Guida della Regione Campania curata dall’Ais Campania. E uno di questi è andato a la Scippata 2013 il rosso riserva di Tramonti prodotto da Giuseppe Apicella.

A ritirare l’importante riconoscimento, che premia la viticoltura eroica di Tramonti, è stato Prisco Apicella giovane enologo che cura la cantina di famiglia.

Per uno dei rossi di punta della Costiera mai nome fu più azzeccato: Scippata. Ovvero strappata. Alla sua vite centenaria che si alimenta tra quei terreni di Tramonti fatti di tufo e materiale vulcanico spinto fin lassù, nel corso dei millenni, dalla bocca del Vesuvio. È l’uva di questo vino, “scippata” alla madre terra per concepire nettari di grande qualità.

Qui, in questo lembo di terra ricco di biodiversità, Peppino Apicella è stato il pioniere di una grande rivoluzione: proporre vini autentici e strutturati che parlassero il linguaggio dell’anima. Il linguaggio della sua terra. Un processo, iniziato 40 anni fa, che ha evitato a Tramonti di continuare a vendere quelle uve destinate a dar colore ai vini di Gragnano.

Quarant’anni di lavoro, sacrificio e passione. Quarant’anni di vendemmia. Un traguardo importante quello raggiunto nel 2017 dalla prima azienda vinicola di Tramonti che nel corso degli anni ha conseguito successi importanti. Gli ultimi in ordine di tempo i tre cornetti Ais Campania e la medaglia d’argento alla Scippata 2012 conferita due anni fa nell’ambito della selezione del sindaco delle Città del Vino, la cui giuria si riunì proprio in Costiera Amalfitana per degustare migliaia di bottiglie.