Uomo disperso sul monte Gelbison, l’intervento dei Vigili del Fuoco

Nel Parco Nazionale del Cilento, per la precisione sul Monte Gelbison, un uomo di 66 anni si è disperso. La denuncia della scomparsa avviene nella serata di ieri, intorno alle ore 21.

I Vigili del Fuoco di Salerno sono stati informati della sparizione dell’uomo, un 66enne che era uscito in cerca di funghi ma che non aveva più fatto ritorno perchè probabilmente disperso sul Monte Gelbison.

La sala operativa del Comando provinciale Vigili del Fuoco di Salerno si è subito messa all’opera inviando sul posto varie figure.

Prima di tutto ha inviato la squadra del distaccamento di Vallo della Lucania, poi la sala operativa mobile per instituire un posto di comando Avanzato in prossimità del Punto di Ultimo Avvistamento, per il coordinamento delle ricerche.

Sul posto anche il reparto speciale, Topografia Applica al Soccorso, per mappatura e monitoraggio delle aree individuate per la ricerca, al momento in prossimità del P.U.A. e il reparto speciale, Speleo Alpino Fluviale, per ispezione di diruti, vallate e anfratti naturali.

Le ricerche sono iniziate col battere dei sentieri partendo dal Punto di ultimo avvistamento e dopo aver percorso diversi km in montagna, alle 02:30 circa, hanno ritrovato il malcapitato che si era rifugiato in un ricovero di fortuna vista la notte.

L’uomo risulta essere in buono stato di salute. Si è comunque deciso di portarlo al posto di comando avanzato, dove ha ricevuto i primi controlli da un medico volontario.

Dato che non era possibile percorrere l’area con autoambulanze, l’uomo è stato trasportato con un mezzo dei Vigili del Fuoco all’ospedale San Luca di Vallo della Lucania per i controlli di rito e per accertarsi ulteriormente che sia tutto nella norma.