Lampedusa: Uomo di Cava de’ Tirreni Manifesta a Favore dei Migranti

Un uomo, pare di Cava de’ Tirreni, trovandosi come turista a Lampedusa, ha manifestato a favore dei migranti in arrivo.

Il filmato in cui lo si vede è stato diffuso nella giornata di ieri dai profili social ufficiali di Matteo Salvini, Segretario della Lega ed ex Ministro dell’Interno, anche se il video risale ad Agosto scorso.

Ecco il fatto.

Uomo di Cava de’ Tirreni, turista a Lampedusa, Manifesta a Favore di Migranti in Arrivo

Giordana Angi: chi è, età, carriera, fidanzata e vita privata

Giordana Angi è stata una delle protagoniste della scorsa edizione di Amici di Maria De Filippi ed attualmente coach di Amici Celebrities.ori che hanno creduto...

Il video in questione, a cura dello staff di Local Team, è stato girato il 19 Agosto scorso.

Protagonista del filmato un uomo, insegnante di Cava de’ Tirreni, come lui stesso asserisce nel video.

Quel giorno a Lampedusa erano sbarcati 37 migranti provenienti dall’Africa e l’insegnante cavese, non conosciamo il nome, con un entusiastico spirito di accoglienza, ha cantato l’inno “Bella Ciao”.

Questo, dopo che qualcuno aveva gridato “Forza Salvini!”.

E non è tutto, perchè ha invocato a forti grida umanità e comprensione delle persone del dintorno verso questi rifugiati, parlando anche in spagnolo.

In senso lato, probabilmente si stava rivolgendo a tutto il popolo italiano e non solo agli abitanti dell’isola siciliana.

Il cavese era in quel periodo a Lampedusa come turista, e, con una certa dose di coraggio, ha manifestato questo suo pensiero a gran voce.

Nel filmato di Local Team, diffuso in questi giorni dallo staff di Salvini su tutti i social, questa persona discute anche con gli abitanti del posto, che ovviamente sono entrati in polemica con lui da subito.

Alcuni dei presenti in strada in quel momento infatti hanno dissentito con l’opinione dell’insegnante di Cava de’ Tirreni, dicendo che erano ormai stanchi dei continui sbarchi sul loro territorio.

Ma quest’uomo ha continuato a sostenere le sue ragioni dicendo loro:

“Dobbiamo restare umani. Domani i migranti potremmo essere noi, come erano i nostri nonni”.

Qui potete sotto vedere il video integrale condiviso dalla pagina Facebook in cui appare l’insegnante metelliano.

Complimenti se non altro per l’ardire, nonostante di certo sapesse che la sua posizione sarebbe risultata probabilmente impopolare.

Basta leggere i commenti sotto i post diffusi da tutti i social della Lega non solo per rendersene conto.