Un Gattuccio nuota nel Golfo di Napoli: lo scatto spettacolare è di Pasquale Vassallo

Foto di Pasquale Vassallo

Arriva ancora una volta dall’obbiettivo fotografico del fotografo subacqueo napoletano Pasquale Vassallo uno scatto marino che ha dell’incredibile.

Questa volta ad essere ritratto è un gattuccio, uno squaletto non pericoloso per l’uomo, che nuota tra le distese di posidonia nel golfo di Napoli, ingaro dell’obbiettivo del fotografo. Lo scatto che ne esce fuori è del tutto stradordinario, grazie anche alla capacità del fotografo di considerare la luce che filtra nell’azzurro del mare.

Foto di Pasquale Vassallo

«Gli incontri notturni con questi straordinari pesci sono frequenti – racconta Vassallo al quotidiano la Repubblica di Napoli- mentre è certo più raro avvistarli e fotografarli di giorno: stavolta a Marina Grande, a Bacoli, sono stato anche un pochino fortunato, il che non guasta».

Chi è Ezio Greggio La sai l’ultima: età, fidanzata, vita privata e carriera

Ezio Greggio è senza ombra di dubbio uno dei comici, attori e personaggi televisivi più amati e conosciuti del piccolo schermo.Grazie alla sua simpatia,...

Non è la prima volta che Vassallo balza alle cronache per la bellezza delle sue foto. Il mese scorso il biologo e fotografo subacqueo napoletano, ha catturato la bellezza di una seppia mentre spuzza dell’inchiostro.

Foto di Pasquale Vassallo

La foto è stata scattata nel golfo di Napoli, nel mare di Miseno, e sullo sfondo è ben visibile l’isola di Ischia e ritrae tutta la bellezza della natura. La seppia è stata immortalata proprio mentre raccoglie i tentacoli intorno al suo corpo e libera, a scopo difensivo, l’inchiostro nero.

Foto di Pasquale Vassallo

Lo scorso anno invece ha fatto il giro del mondo la sua foto che ritrae una seppia che si avvicina ad un profilattico finito nel mare di Miseno. Lo scatto è stato premiato nell’ambito dell’Adex China Voice Ocean18, del World Ocean Day di New Yorke, del “Best of the shot” della Città di Trieste ed è finita anche sulla copertina della rivista “Ocean Geographic” con un titolo: “Quando il sesso sicuro non è sicuro”.