Tutela del territorio della Costiera: le richieste del Piano di Gestione del Sito UNESCO ai sindaci

Il Piano di Gestione del Sito UNESCO Costiera Amalfitana (PdG), a seguito degli eventi franosi che hanno flagellato la Costiera Amalfitana a ridosso del Natale, reputa ancora più necessari e urgenti alcuni obiettivi strategici di tutela del territorio.

Tra questi obiettivi la promozione di una cultura della manutenzione del territorio che sappia trarre insegnamento dall’esperienza del passato; il recupero dei terrazzamenti abbandonati; il supporto alle attività agricole che non dispongano di superfici sufficienti per accedere alle sovvenzioni comunitarie, eppure essenziali per la conservazione del paesaggio e per la prevenzione del rischio idrogeologico; il riequilibrio tra la costa e i comuni interni, l’adeguamento del PUT (redatto oltre trent’anni fa che risente del peso del tempo) alla Convenzione Europea del Paesaggio e alle direttive UNESCO.

Il PdG, presentato a settembre 2019 presso la sede del Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali in Ravello, punta a tutelare non solo l’esistente, ovvero il prodotto delle modifiche che le comunità della Costiera hanno apportato al territorio nel corso di secoli, ma anche il processo virtuoso dell’adattamento del territorio ai bisogni delle comunità che tuttora lo utilizzano.

Chi è Armando Uomini e Donne over: figlia, lavoro, età, corteggiatrici e curiosità

Armando Incarnato continua ad essere uno dei protagonisti di questa edizione del trono over di Uomini e Donne.Si è fatto apprezzare dal parterre femminile non...

È l’insieme di tutto ciò, nella sintesi tra passato e presente, che ha generato e continua a generare il “paesaggio culturale” della Costiera Amalfitana oggi e nel futuro.

Tale adattamento va invece opportunamente e oculatamente gestito: “Verso la Costiera antica” è lo slogan che declina il recupero del processo ed esprime la vision (riattivare il processo che ha generato il paesaggio culturale) che ha ispirato la costruzione del PdG.

In occasione del prossimo incontro dei Sindaci della Costiera Amalfitana è importante stabilire il soggetto istituzionale che dovrà assicurare la gestione del “Sistema Comunità-Territorio della Costiera Amalfitana”, attivare le procedure per rendere operativo il Piano, e quindi accedere ai benefici previsti per i siti UNESCO dalla Regione e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo.

Dopo i recenti eventi calamitosi, che hanno prodotto rilevanti danni, nonché enormi disagi al sistema della mobilità dei residenti e dei turisti con gravi pregiudizi all’economia locale, sarà necessario assumere immediate iniziative.

La riunione, perciò, si occuperà anche di tracciare indirizzi volti a concretizzare una costante “cultura della prevenzione” attraverso azioni a difesa della pubblica incolumità e del territorio.