Aumenta la destagionalizzazione dei flussi turistici, durante il periodo invernale, ed in particolare a Vietri Sul Mare, dove è evidente il traino delle “Luci d’Artista”.

Stando alle testimonianze degli operatori dei settori commercio e turismo, come evidenziato in un servizio giornalistico di Telecolore, la ripresa rispetto al biennio precedente è stata evidente, ed è giunta al termine di un anno che già, in generale, si è caratterizzato per il tutto esaurito in più momenti.

In particolare a cantar vittoria sono stati i ceramisti, che dopo anni di forte crisi della vendita delle proprie produzioni, soprattutto nel biennio della pandemia in cui gli stranieri erano quasi scomparsi: grazie ai flussi provenienti dall’estero hanno ricominciato a commerciare, e con grande successo, le proprie meravigliose creazioni artistiche.

Indubbiamente, rispetto al passato si è potuto osservare un aumento delle presenze: l’offerta di soggiorno è cresciuta notevolmente nella città della ceramica, anche grazie all’apertura sempre più frequente di bed and breakfast e case vacanza che hanno ampliato la scelta “tradizionale” dei turisti.

Particolarmente positiva anche la vicinanza con la città capoluogo: la presenza delle Luci d’Artista a poco più di tre chilometri, infatti, agevola notevolmente le strutture ricettive di Vietri Sul Mare, accogliendo i tanti che, magari non trovando posto in centro a Salerno, scelgono di vivere un soggiorno sospeso magicamente tra la città d’Arechi e la Costa d’Amalfi.

Articolo successivo

I Fatti Vostri, Salvo Sottile arriva in ritardo: lo strano incidente di percorso