Troppi pregiudizi su Napoli: turista scrive una lettera di scuse alla città

Una lettera di scuse alla città di Napoli. E’ questo quello che ha fatto un uomo di nome Giovanni, turista per caso nella città partenopea per far felice la moglie.

Giovanni, infatti, è sempre stato restio a visitare Napoli a causa dei tanti stereotipi e luoghi comuni sulla città. “Ho 65 anni e da sempre sono stato prevenuto verso tutto ciò che era “napoletano” scrive Giovanni – quasi come sinonimo di fregatura, illegalità, sporcizia, delinquenza, eccetera, tanto che da sempre rifiutavo qualsiasi mia visita a Napoli”.

“Sono venuto a Napoli per accontentare mia moglie- scrive ancora l’uomo nelle lettera- per una vacanza di tre giorni. Ebbene mi sto ancora stropicciando gli occhi. Ho visto una città bellissima, viva, ospitale, sicura (vedevo in qualsiasi angolo Polizia municipale, Polizia di stato, Carabinieri, Esercito), piena d’arte e di bellezze naturali, ho mangiato benissimo ovunque e a prezzi onesti, ho visto una metropolitana luccicante (ero reduce da una visita a Roma e non Le dico lo schifo che ho trovato in quella splendida città) e potrei continuare all’infinito ma non voglio farle perdere tempo”.

Da Salerno alle Eolie: dal 21 giugno si vola via mare con Alicost

A partire dal 21 giugno Alicost collegherá Salerno con le isole Eolie. Si potrá volare via mare ogni fine settimana con il nuovo aliscafo “TOMMY”,...

“Porgo le mie scuse a tutta la città di Napoli – conclude Giovanni nella lettera – indirizzata al sindaco De Magistri -. Non so se leggerà mai questa mia lettera con tutte le cose che ha da fare, comunque sappia e l’ho constatato di persona, che i napoletani la amano e che Le attribuiscono il merito dei risultati raggiunti….quindi penso che farà il Sindaco per ancora molti anni! La prego, a mio nome chieda: “scusa” a tutti i napoletani. Un abbraccio e W Napoli”.