Triglie Fritte di Antonino Cannavacciuolo: la Ricetta di Mare dello Chef Napoletano

Le triglie fritte sono un secondo piatto di pesce gustoso e facile da preparare.

La triglia è un pesce saporito e ricco di proprietà nutritive.

Le triglie fritte sono anche un classico della cucina napoletana.

Spesso le troverai accompagnate alla paranza fritta.

Ti verranno servite sia in ristoranti che per strada nel classico “cuppetiello”.

Le triglie fritte le ha fatte anche il noto chef napoletano della tv Antonino Cannavacciuolo

Antonino ha rielaborato questo piatto di pesce rendendolo ancora più prelibato e unico.

Una ricetta di alta cucina da realizzare in poco tempo.

Vediamo come passo per passo.

Triglie Fritte di Antonino Cannavacciuolo: la Ricetta del Sublime Piatto di Pesce

Ingredienti

Triglie 4, Sale, Ricotta 80 gr, Pinoli 50 gr, Olio al profumo d’aglio, 6 Pomodorini, pepe, olio di semi, basilico, semolino.

Preparazione

Inizia a preparare la salsa di basilico prendendo una pentola e riempiendola con acqua fredda in cui  immergerai il basilico.

Lascia ammorbidire per qualche minuto.

Prendi una schiumarola e togli le foglie dalla pentola, mettendole nel frullatore.

Aggiungi un cucchiaio di olio aromatizzato all’aglio insieme ad una manciata di pinoli.

Lascia frullare per qualche minuto fino a che non otterrai una crema omogenea.

Prendi una ciotola e metti la ricotta all’interno, aggiungi qualche scorzetta di limone, un pizzico di sale, una spolverata di pepe e un filo d’olio.

Lavora il tutto, mescolando con una forchetta.

Lava e pulisci le triglie privandole della testa e dividi ognuna in due o tre parti.

Prendi un piattino e versaci del semolino. Passa singolarmente e accuratamente ogni parte del pesce.

Riscalda una pentola con abbondante olio.

Quando questa avrà raggiunto la giusta temperatura, inizia a friggere le triglie.

Con una schiumarola alza e abbassa rapidamente il pesce dall’olio in modo da rendere la cottura più croccante.

Utilizza questo procedimento fino al termine della cottura.

Prendi un piatto e coprilo con della carta assorbente e riponi sopra le triglie fritte per far asciugare l’olio.

Intanto in una ciotola fai macerare con dell’olio extravergine di oliva, uno spicchio d’aglio, un pizzico di sale, qualche foglia di basilico insieme a qualche pomodorino, che avrai fatto sbollentare per qualche minuto e privato della pellicina.

Prendi un piatto rettangolare o una ovalina e stendi alla base la ricotta.

Disponi tre pomodorini tenendoli lontani l’uno dall’altro e, sopra ad ognuno, appoggia un pezzo di triglia.

Con un cucchiaio spargi alcune gocce di crema di basilico.

Ecco pronte così le triglie fritte di Antonino Cannavacciuolo! Buon appetito!

Fonte: Voce di Napoli