Tramonti: per la Casa del Gusto Ferraioli lancia l’idea del “Sabato dell’assaggio”. In estate una serie di week end del sapore

Un format da realizzare in estate nell’ottica di far funzionare la Casa del Gusto di Tramonti in vista della sua definitiva assegnazione ad una corretta gestione. L’idea è del sindaco di Furore, Raffaele Ferraioli, che qualche giorno fa inoltrato ai colleghi delle altre tre città della Costa d’Amalfi aderenti all’associazione città del vino (Maiori, Ravello e Tramonti) e al presidente della Comunità Montana Luigi Mansi, una idea per attivare già da subito una serie di iniziative utili ad animarela struttura recentemente inaugurata. L’intenzione secondo Ferraioli, ideato del santuatio del gusto di Tramonti all’epoca della Comunità Montana Penisola Amalfitana, è quella di dar vita a una serie di week end del gusto con il coinvolgimento degli operatori enogastronomici della Costiera Amalfitana.

L’idea per l’estate è quella di approntare una serie di “Week-end Gustosi” da inserire all’interno di un più ampio programma che prenderebbe il titolo de “Il sbato dell’Assaggio”, mutuando la più celebre metrica di Leopardi. A farla da padrone una serie di degustazioni guidate a tema di identità golose della Costa d’Amalfi e una “Cena del dì di Festa” meglio identificata in Cooking Class a cura dei ristoratori con consumazione inclusa. Ovvero, per dirla in napoletano, “Magna, ca’ d’o ttuie magne…!”.

L’iniziativa proposta ai sindaci dei comuni aderenti alle Città del Vino e alla Comunità Montana dei Monti Lattari, ente proprietario della struttura, si completa poi con l’ipotesi di uno spettacolo o con una iniziativa culturale sempre in tema enogastronomico. Un’idea suggestiva che darebbe così linfa a una struttura che si propone come giustamente disse in sede di inaugurazione Luigi Mansi, di essere una cattedrale dei sapori della Costa d’Amalfi oltre che sosta obbligata del nuovo percorso dell’enoturismo.