Tramonti: ecco 5 motivi per trasferirsi nel polmone verde della Costa d’Amalfi

Sono sempre di più le persone che decidono di abbandonare la Costiera Amalfitana, in particolare i giovani che, o per motivi di studio o in cerca di lavoro, fanno le valige per tentare fortuna al Nord Italia o all’estero.

Questa voglia di evadere spesso si trasforma in un trasferimento permanente, altre volte, invece, diventa solo un motivo per fare nuove esperienze per poi ritornare nel paese d’origine.

Sull’onda di questa “migrazione” la pagina Facebook Experience Tramonti Amalfi Coast ha stilato una lista di cinque motivi per trasferirsi a Tramonti anziché abbandonarla.

Al primo posto dei motivi per trasferirsi a Tramonti c’è il trekking. Il paese della Costa d’Amalfi vanta infatti centinaia di sentieri di trekking con i panorami più belli della Costiera Amalfitana come quelli del Valico di Chiunzi, del Monte Cerreto e il Monte Finestra.

Al secondo posto la purezza dell’aria: non a caso Tramonti è chiamato il “polmone verde” della Costiera Amalfitana”. Al terzo posto le usanze e le tradizioni che prendono piede con l’antica musica del Sud che ricrea le vecchie danze di guerra.

Se da una parte ci sono le passeggiate e la salute, dall’altra parte dei motivi per rimanere o Trasferirsi a Tramonti c’è la buona cucina.

Al quarto posto vengono infatti inseriti il vino e la cucina mediterranea. Qui si beve buon vino grazie alla presenza di una varietà incredibile di vigneti ma si mangia a Km 0 grazie alle terrazza agricole dove si coltivano verdure e cereali oltre che agrumeti.

Infine, ma non per ultima, uno dei validi motivi per restare a Tramonti è la pizza. Questo piatto tipico della nostra cucina partenopea a Tramonti nasce dalla tradizione della panificazione del pane nel medioevo e solitamente è fatta con il grano integrale e il pomodoro locale, il che la rende molto diversa dalla solita Margherita di Napoli.