Targhe alterne, al via sabato 18 giugno/ Residenti esclusi

Pari o dispari? Chi di noi non ha mai giocato al famoso gioco tra bambini. Quando due ragazzi devono scegliere a esempio chi comincia, con “Pari o dispari?” si aprono dalla mano un certo numero di dita e si effettua la somma. Se viene pari vince chi ha scelto pari, al contrario vince chi ha scelto dispari. Ma più che un giochino per bambini sembra un vero e proprio rebus l’ordinanza 340 /2019 targata Anas.

Non tanto dal punto di vista pratico: il traffico veicolare, come risaputo, versa in condizioni non semplici data la grande domanda di turisti ed è giusto venga limitato. Ciò che desta stupore è l’organizzazione che cela l’ordinanza.

Il documento in questione, infatti, coinvolge un certo numero di tratti della Ss163 Amalfitana. Eccoli come segue:

SS 163 AMALFITANA dal km 10+195 al km 12+270
SS 163 AMALFITANA dal km 17+160 al km 19+800
SS 163 AMALFITANA dal km 20+560 al km 20+900
SS 163 AMALFITANA dal km 22+010 al km 26+800
SS 163 AMALFITANA dal km 27+215 al km 28+000
SS 163 AMALFITANA dal km 34+060 al km 34+626
SS 163 AMALFITANA dal km 36+175 al km 44+758
SS 163 AMALFITANA dal km 45+070 al km 49+600

Nello specifico, Anas limita la circolazione nei giorni di sabato e domenica delle settimane che vanno dal 15 giugno e il 30 settembre, mentre ad agosto sarà in vigore tutti i giorni. L’ordinanza partirà sabato 18 del corrente mese.

Il transito veicolare sarà limitato a tutti i veicoli dalle ore 10 alle 18 a esclusione dei residenti nei tredici comuni della Costiera Amalfitana.

In particolare, nei giorni con data dispari (es. 19 giugno) divieto di transito per le targhe con ultima cifra numerica dispari (es. AA 111 AA).

Ne consegue che, nei giorni con data pari (es. 18 giugno) il divieto sarà applicato ai veicoli con ultima cifra pari (es. AA 112 AA).

Si tratta di un provvedimento che non riguarda i residenti nei tredici comuni della Costiera Amalfitana. Possono circolare liberamente anche i veicoli al servizio di titolari di contrassegno H purché presenti a bordo dello stesso, taxi, NCC, mezzi di soccorso e Forze di Polizia.

Nel 2020 e nel 2021 la Conferenza dei Sindaci della Costa d’Amalfi, in accordo con il Prefetto di Salerno e i vertici Anas sospesero l’ordinanza considerando il minor afflusso turistico legato alla pandemia.

L’ordinanza