Strada chiusa a Maiori: trauma addominale, altro trasferimento a Salerno con Guardia Costiera

Ancora problemi per l’emergenza sanitaria in Costiera Amalfitana dopo la chiusura della statale amalfitana decretata venerdì in seguito all’incendio verificatosi alle porte di Maiori.

Questa sera, a causa di un incidente stradale, una persona di Amalfi ha riportato un trauma addominale in seguito al quale si è reso necessario il trasferimento al Ruggi di Salerno e per questo stato indispensabile ancora una volta l’intervento della Guardia Costiera.

Stando a quanto si apprende la motovedetta sarebbe giunta da Capri intorno alle 22.30.

Chi è Martina Beltrami Amici: età, lavoro e curiosità sulla cantante

Martina Beltrami è una nuova allieva della scuola di Canale 5 Amici di Maria De Filippi e si è presentata per la categoria canto. Chi...

Il mezzo navale della Guardia Costiera è giunto nei pressi della Darsena dove ad attenderlo c’era l’ambulanza del presidio Costa d’Amalfi che ha trasferito la sfortunata ragazza dopo gli accertamenti presso la struttura di Castiglione.

La mancata riapertura prevista per oggi (la ditta incaricata aveva già provveduto ad installare i semafori e a delimitare l’area di cantiere con new jersey e reti metalliche) della statale amalfitana ha generato non pochi disagi tra chi si era presentato a mezzogiorno nei pressi degli sbarramenti.

Una situazione per nulla piacevole l’ennesimo slittamento della riapertura della strada che ha finito per penalizzare pendolari e turisti che si aspettavano di poter evitare il calvario dei percorsi alternativi.

Anche perché la strada del Valico di Chiuzi resta una groviera a causa dell’ormai vergognoso stato di degrado del manto stradale.

Comunque sia, domani potrebbe essere la volta buona a meno di nuove e clamorose sorprese. Perchè tenere chiusa la statale a Ferragosto sarebbe davvero imbarazzante soprattutto perché a determinare il ritardo di oggi è stato il solito stucchevole balletto di competenze.