Spostamenti tra le regioni: si va verso la proroga del divieto

Secondo le ultime indiscrezioni, gli spostamenti tra le regioni potrebbero essere vietati fino al prossimo 31 marzo.

Il 25 febbraio scadrà infatti lo spostamento tra le regioni di colore giallo ma sembrerebbe che il premier Draghi voglia prolungare questa misura cautelativa. La motivazione risiede principalmente nell’arginare le varianti del Covid-19.

Ricordiamo che a partire dal 25 febbraio scadrà l’attuale decreto legge in vigore, e visti i dati sull’andamento della diffusione del virus, è molto probabile che il blocco venga posticipato fino al 5 marzo, quando decadrà anche il Decreto del presidente del Consiglio attualmente in vigore. Non si esclude però il prolungamento della misura fino a fine marzo.

Chi è Lorenzo Zambelli fidanzato Arisa. Lavoro, età, vita privata e lavoro

Lorenzo Zambelli è conosciuto dalle cronache rosa per essere il fidanzato della bravissima cantante Arisa. I due stanno insieme da diversi anni anche se si sono...

Com’è la situazione in Italia oggi

Al momento si trovano in zona arancione Liguria, Toscana, Provincia autonoma di Trento, Sicilia, Emilia Romagna, Campania, Molise e P.A. di Trento, mentre in zona gialla restano Calabria, Basilicata, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Veneto, Valle d’Aosta.

Nessuna regione è in zona rossa, tuttavia in alcune aree focolaio sono state imposte le restrizioni massime per evitare una maggiore diffusione del virus.

Un’ulteriore ipotesi, poi, è quella di far diventare tutta l’Italia in zona Arancione dal lunedì al venerdì e zona rossa nel fine settimana, proprio come accaduto durante le festività di Natale.

Il Ministro della Salute Roberto speranza ha affermato “se i contagi aumenteranno sarà naturale passare da zona gialla ad arancione, senza la necessità di una imposizione a livello nazionale”.