Sfogliatella di Bellosguardo: la Ricetta del Goloso Dolce Salernitano

Foto by Stefano Federico Facebook

La sfogliatella di Bellosguardo, detta anche sfogliatella di Belrisguardo nel suo antico nome, è dolce che fanno in questo ridente paesino del Cilento, in provincia di Salerno.

Si tratta di un dolce davvero particolare, che non assomiglia per niente alla classica sfogliatella napoletana, ma è comunque buonissimo.

Come la sfogliatella tradizionale, al suo interno troviamo la ricotta.

Anticipazioni Beautiful: ecco cosa accadrà dal 15 al 19 luglio

Con l'arrivo dell'estate la soap Beautiful va in onda dal lunedì al venerdì ad ora di pranzo.Beautiful va in onda dal 23 marzo 1987 ed...

Vediamo nel dettaglio qual è la ricetta di questo golosissimo cofanetto di bontà.

Sfogliatella di Bellosguardo: la ricetta originale da fare a casa

Ingredienti

Un chilo di farina doppio zero, sei o sette tuorli d’uovo, una punta di cucchiaio di sugna per ogni uovo, un chilo di ricotta di pecora freschissima, quattrocento grammi di zucchero, bianco d’uovo, buccia di limone, cannella, vanillina, canditi.

Preparazione

Cominciato con impastare la farina con le uova e la sugna, aggiungendo tanta acqua quanta ne assorbe l’impasto.

Poi, tirare la sfoglia, fatela molto sottile, e tagliatela a strisce della larghezza di un palmo.

Sovrapponete le strisce in 6 o 7 strati, spennellando ognuna con la sugna sciolta.

Da queste strisce ricavarne altre più piccole, fatele di circa un centimetro ed arrotolarle su sé stesse come per ottenere una girandola.

Con il matterello stendere i rotoli di pasta partendo sempre dal centro della girandola e muovendo sempre il matterello nello stesso verso (dall’interno verso l’esterno).

Nel riporre le sfoglie su un vassoio, capovolgere sempre perché la farcitura dovrà essere posta dove non si è usato il matterello.

Riempite poi con il ripieno che nel frattempo avrete preparato con la ricotta di pecora stemperata con il bianco d’uovo montato a neve, lo zucchero, gli aromi e i canditi.

Spennellare con pochissimo albume (praticamente con ciò che avanza del bianco usato in precedenza) il bordo della sfoglia.

Dopo, ripiegate la pasta ottenendo una mezzaluna, e sigillate con cura premendo con le dita.

Spennellare la superficie della sfogliatella di Bellosguardo così ottenuta con la sugna e cuocete in forno già caldo a centottanta gradi per venticinque minuti.

Appena sfornate le sfogliatelle, spolverizzare con zucchero semolato aromatizzato con la cannella in polvere.

Buon appetito!

Fonte: “Salerno, una provincia da gustare”, Enzo Landolfi, ed. Printart, anno 2015.