Scuola, c’è la data del concorso straordinario: si parte il 22 ottobre

Si terrà a partire dal 22 ottobre il concorso straordinario della scuola che mette al bando 32 mila nuovi posti di lavoro.

Il concorso è rivolto ai docenti delle scuole medie e superiori con almeno tre anni di servizio svolti dal 2008 ad oggi e ai vincitrori sarà riconosciuta la decorrenza giuridica del rapporto di lavoro dal 1 settembre 2020.

La data del concorso andrà in Gazzetta Ufficiale domani: si parte il 22 ottobre, si continuerà fino a metà novembre in modo scaglionato. Oggi il ministero incontrerà i sindacati.

Covid Campania: istituite dalla Regione due zone rosse

Il Presidente De Luca ha da poco firmato l'ordinanza n.84 che istituisce le zone rosse a Orta di Atella e Marcianise, entrambe province di...

La prova scritta, da superare con il punteggio minimo di sette decimi o equivalente e da svolgere con il sistema informatizzato, è distinta per classe di concorso e tipologia di posto. La durata è pari a 150 minuti. I candidati devono rispondere a cinque quesiti a risposta aperta volte ad accertare le competenze disciplinari e didattiche più un sesto quesito per la comprensione della lingua inglese (livello B2).

Gilda ha elaborato i dati sui posti messi a bando per regioni: in testa la Lombardia (6.929), seguono Piemonte (3.142), Veneto (3.111), Emilia Romagna (2.803), Lazio (2.695), Campania (2.368), Toscana (2.572).

I posti maggiori da ricoprire sono quelli nel sostegno e poi nelle materie letterarie e scientifiche. Ci sono 3.798 posti per insegnare italiano, storia e geografia alle medie; 3.145 in Matematica a Scienze (classe di concorso A028). Per insegnare italiano alle superiori sono a bando 1.753 posti; 1.081 in Scienze motorie alle superiori (763 alle medie); 1.027 in Matematica; 987 in Inglese alla secondaria di secondo grado (più 747 posti alle medie); 829 in Scienze e tecnologie informatiche; 814 per musica alle medie; 707 in Matematica e Fisica; 424 in discipline letterarie e latino; 286 in Fisica 286.

Complessivamente le domande inoltrate sono state 64.563. Nel 67,7% dei casi i candidati sono donne.