Scorfano all’Arancia: la Sopraffina e Buonissima Ricetta Napoletana

Foto Rossano Solfanelli

Quanto è vero che in cucina il pesce si sposa benissimo con gli agrumi; e questo vale anche nel caso dello scorfano. Oggi volete fare un ottimo scorfano all’arancia?

Questo secondo piatto, è una ricetta che realizzano in alcuni e noti ristoranti sul golfo di Napoli.

L’arancia è in grado di esaltare il sapore delle carni dello scorfano, come nessun altro ingrediente può fare.

Pompei: al via il cantiere dell’Insula Occidentalis. Presto la riaperture di due ville

Prende avvio il cantiere di messa in sicurezza dell'Insula Occidentalis di Pompei, che, in poco più di un anno, permetterà di restituire al pubblico...

Un accostamento davvero super.

Potete proporlo per esempio per una cena elegante, o un pranzo di festa con i vostri amici o parenti.

Volete cimentarvi a fare lo scorfano all’arancia?

Non è difficile, anzi.

L’unica “scocciatura” è pulire il pesce.

Accomodatevi, ecco tutto ciò che serve passo per passo.

Scorfano all’Arancia: la Ricetta di Pesce Raffinata della Cucina Napoletana

Ingredienti per 4 persone

1 scorfano di 1,2 kg
1 dl di olio extravergine di oliva
1 spicchio d’aglio
100 g di pecorino grattugiato
pane grattugiato
2 arance
sale, pepe e prezzemolo q.b.
1 bicchiere di brandy
acqua calda

Preparazione

Come prima cosa bisogna pulire il pesce.

Prendete lo scorfano, squamatelo e lavatelo ben bene sotto l’acqua corrente.

Incidete la pancia e riempitela con un battuto (che avrete fatto prima) di pane grattugiato, aglio tritato, pecorino grattugiano (non troppo vecchio), pepe macinato (se volete) e prezzemolo tritato finemente.

Sigillate il ventre del vostro scorfano con uno stuzzicadenti.

Prendete poi una casseruola, un tegame, e scaldate l’olio per qualche minuto.

Appena inizia a “ballare” inserite il pesce, e lasciate cuocere a fuoco lento.

Quando lo scorfano si dorerà, unite un pò di brandy e fate sfumare.

Dopo, versate l’acqua caldo e coprite tutto il pesce.

Ora, salate a dovere e coprite la casseruola con il coperchio.

Lasciate cuocere per 10 minuti ancora così, dopo di che scoprite, e versate il succo di due arance che avrete prima ricavato dai frutti.

Dovete quindi ottenere un salsa che si addenserà in cottura.

Appena sarà pronto tutto, ricordate di servire questo piatto ai vostri commensali ben caldo.

(Fonte: L. Pignataro, La Cucina Napoletana di Mare, ricetta del Ristorante Don Salvatore, Napoli).

Ps: non vi piace lo scorfano? Allora andate su una bella orata agli agrumi!