Scoperta nuova variante del Covid -19: si tratta della “Mu”

Insieme all’Alpha, alla Beta, alla Gamma ed alla Delta l’Oms indaga su un’ulteriore variante: la variante Mu.

Mentre cerchiamo di uscire dall’oscurità di questo tunnel chiamato Covid-19, la luce sembra apparire sempre più lontana a causa numerosi ostacoli che troviamo sul nostro cammino: questa è la volta della quinta variante “d’interesse” denominata Mu.

La notizia emerge dal bollettino settimanale del Oms che riporta la presenza di mutazioni le quali probabilmente fanno sì che la Mu, o B.1.621, sia addirittura più resistente ai vaccini rispetto alle altre varianti.

I nomi più diffusi in Campania? Vince la tradizione. Ecco quali sono

Nonostante la tendenze di cercare nomi ritenuti moderni, per quanto riguarda la Campania, vince la tradizione.Nonostante a livello nazionale si stiano facendo largo nomi di...

Notizia che però dev’essere prese con le pinze, infatti viene precisata la necessità di ulteriori studi per esaminarla in maniera approfondita. L’obiettivo è quello di stabilire il livello di pericolosità di questa e prevenire quindi un’ulteriore “ricaduta”.

Questa variante è stata identificata per la prima volta nel gennaio 2021 in Colombia e successivamente è stata individuata anche in America Latina e in Europa dove sono stati segnalati i focolai più grandi.

Se inizialmente in Colombia erano stati registrati solamente dei casi sporadici però, oggi il bollettino sottolinea che “la prevalenza in Colombia e in Ecuador è costantemente aumentata”: il primo registra un il 39% di incidenza, il secondo registra invece il 13%.

Nonostante ciò possiamo tirare un piccolo respiro di sollievo sottolineando che la prevalenza globale della variante Mu tra i casi registrati sia diminuita e attualmente è inferiore al 0,1%.

La scoperta di queste nuove varianti dev’essere presa come sprono a continuare ad utilizzare le dovute accortezze e seguire le norme vigenti per stroncare sul nascere una possibile nuova proliferazione del virus.