Santa Caterina d’Alessandria: vita e preghiera della Santa del 25 novembre

Oggi 25 Novembre la Chiesa Cattolica celebra Santa Caterina d’Alessandria. E’ venerata come santa, vergine e martire dalla Chiesa cattolica, da quella ortodossa e, in generale, da tutte le Chiese Cristiane che ammettono la venerazione dei Santi.

Santa Caterina d’Alessandria: vita, preghiera e martirologio della Santa del 25 novembre

Probabilmente Caterina nacque nel 287 e fu sottoposta a martirio ad Alessandria d’Egitto nel 305.

Secondo la tradizione, Caterina era una bella giovane egiziana. In sogno la visione della Madonna con il Bambino che le infilava l’anello al dito facendola sponsa Christi.

Nel 305 un imperatore romano tenne grandi festeggiamenti in proprio onore ad Alessandria. Caterina si presentò a palazzo nel bel mezzo dei festeggiamenti, nel corso dei quali si celebravano riti pagani. Caterina rifiutò i sacrifici e chiese all’imperatore di riconoscere Gesù Cristo come redentore dell’umanità, argomentando il suo invito con profondità filosofica.

L’imperatore convocò un gruppo di retori affinché la convincessero a onorare gli dei e la chiese in sposa. I retori non solo non riuscirono a convertirla, ma essi stessi, per l’eloquenza di Caterina, furono convertiti al Cristianesimo.

L’imperatore ordinò la condanna a morte dei retori e dopo l’ennesimo rifiuto di Caterina la condannò a morire con il supplizio della ruota dentata. Tuttavia, lo strumento di tortura si ruppe e Massimino fu obbligato a far decapitare la santa, dalla quale invece di sangue sgorgò latte, simbolo della sua purezza.

Santa Caterina è anche patrona dello “studio dei legisti” (la moderna Giurisprudenza) dell’Università di Padova e dell’Università di Siena. È inoltre la patrona dei cavalieri italiani del Sovrano Militare Ordine di Malta. A Foggia si tiene la Fiera di Santa Caterina: essa si svolge dal 23 al 25 novembre, ed è una delle fiere più antiche della città, sembra sia nata in epoca federiciana.

PREGHIERA

O Dio, che desti la legge a Mosè sul Monte Sinai e nello stesso luogo per mezzo dei tuoi Angeli collocasti miracolosamente il corpo della tua santa vergine e martire Caterina, fa’ che per intercessione di lei possiamo giungere al monte eterno che è Cristo.

MARTIROLOGIO ROMANO

Ad Alessandria santa Caterina, Vergine e Martire, la quale, messa in prigione per la confessione della fede cristiana sotto l’Imperatore Massimino, e poi lunghissimamente tormentata cogli scorpioni, finalmente decapitata compì il martirio. Il suo corpo, miracolosamente trasportato dagli Angeli sul monte Sinai, vi è religiosamente venerato dal numeroso concorso di Cristiani.