Santa Bernardetta Soubirous: vita e martirologio della Santa del 16 aprile

Oggi 16 Aprile la chiesa cattolica celebra Santa Bernadetta Soubirous.

Santa Bernardetta Soubirous: vita e martirologio della Santa del 16 aprile

Bernadetta nacque il 7 gennaio del 1844. La Vergine Maria apparve per la prima volta a Bernadette l’11 febbraio del 1858 nei pressi della rupe di Massabielle, sui Pirenei francesi, quando aveva solo 14 anni.

Alla giovane la vergine Maria apparve diverse volte. Nell’apparizione del 25 marzo 1858, la Signora rivela il suo nome: «Io sono l’Immacolata Concezione». Quattro anni prima, Papa Pio IX aveva dichiarato l’Immacolata Concezione di Maria un dogma, ma questo Bernadette non poteva saperlo. La lettera pastorale firmata nel 1862 dal vescovo di Tarbes, dopo un’accurata inchiesta, consacrava per sempre Lourdes alla sua vocazione di santuario mariano internazionale.

Fondazione Ravello: prorogato il commissariamento fino al 30 giugno

Prorogato il commissariamento della Fondazione Ravello ma non c'è il commissario. La notizia era nell'aria ormai da giorni ed è stata confermata dalla deliberazione...

La sera del 7 Luglio 1866, Bernadette Soubirous decise di rifugiarsi dalla fama a Saint-Gildard, casa madre della Congregazione delle Suore della Carità di Nevers. Ci rimarrà 13 anni.

Attorno alla grotta di Lourdes si accesero le devozioni più fervide e le discussioni più clamorose. E su Bernardetta si appuntarono curiosità e ammirazione. Lei però soffriva dì tanta attenzione; chiese perciò di entrare in un convento, a Nevers. «Son venuta qui per nascondermi», disse umilmente. Stremata di forze, oppressa dall’asma, respirava a fatica. «Tu soffri molto», le dicevano le consorelle. «Bisogna che sia così», rispondeva la giovane suora. Costretta a letto da asma, tubercolosi, tumore osseo al ginocchio, all’età di 35 anni, Bernadette si spense il 16 aprile 1879, mercoledì di Pasqua.

MARTIROLOGIO ROMANO

Nevers sempre in Francia, santa Maria Bernarda Soubirous, vergine, che, nata nella cittadina di Lourdes da famiglia poverissima, ancora fanciulla sperimentò la presenza della beata Maria Vergine Immacolata e, in seguito, preso l’abito religioso, condusse una vita di umiltà e nascondimento.