Sanità in Campania: l’ospedale fantasma di Pogerola in un servizio di «Report» su Rai3

Si torna a parlare dell’ospedale di Pogerola di Amalfi sui media nazionali. Ieri sera, infatti, durante un servizio di Report, il fortunato programma di Rai3 condotto da Ranucci, sulla sanità campana, ha fatto la sua comparsa anche l’ospedale fantasma del nostro territorio.

Il servizio di Report sulla Campania ha posto l’attenzione sui piani anti pandemia della nostra regione: l’ultimo piano risale infatti al 2006. Da allora, ricordiamo che la Sanità campana è stata commissariata per 10 anni, non ci sono stati più piani e anche i posti in terapia intensiva, posti importantissimi durante questa pandemia.

Ebbene parlando proprio di posti in terapia intensiva, in Campania ci sono tre posti ogni 1000 abitanti, uno dei tassi più bassi d’Europa: la nostra è tra le regioni che più rischia in caso di crescita esponenziale del Covid-19.

Alla Società Sportiva “La Rondine” la Stella di Bronzo al Merito Sportivo per l’anno...

Il Comitato Italiano Paraolimpico ha conferito alla Società Sportiva "La Rondine", la Stella di Bronzo al Merito Sportivo per l'anno 2019, in riconoscimento di...

Nel corso del servizio l’attenzione non viene focalizzata solo sugli ospedali più grandi ed operativi della Campania, ma anche sui presidi più piccoli che, in questi giorni, non sempre riescono a dare la giusta attenzione ai pazienti. Per cui molto spesso i pazienti devono essere trasferiti.

Le aree più disagiate in questo senso sono il Cilento, il “Ruggi” di Salerno si raggiunge in un paio d’ore, mentre dalla nostra Costiera Amalfitana occorre almeno un’ora per raggiungere gli ospedali più vicini.

Foto Report

E a pensare che Amalfi il suo ospedale ce l’aveva: 4 piani; 24 milioni di euro di costo, terminato nel 1989 e mai inaugurato nonostante un bando per 5 primari e 300 infermieri. Nemmeno un giorno di lavoro perché all’epoca nessun ospedale sotto i 100 posti letti poteva operare.

Eppure ancora oggi nell’ospedale di Pogerola di Amalfi si contano 10 stanze, ognuna con 4 attacchi per l’ossigenazione e un potenziale di 40 posti di terapia intensiva, posti, lo ribadiamo, mai utilizzati e mai entrati in funzione.

Per vedere la puntata di Report basta cliccare qui. Il servizio sulla nostra regione inizia a un’ora e tre minuti circa.