San Raimondo de Penafort: vita, martirologio e preghiera del Santo del 7 gennaio

Oggi, 7 gennaio, la chiesa cattolica celebra San Raimondo de Penafort.

San Raimondo de Penafort: vita, martirologio e preghiera del Santo del 7 gennaio

Sulla data di nascita di Raimondo da Penafort c’è grande incertezza perchè lo stesso nascose ogni documento circa la sua nascita. Sulla base delle cronache contemporanee si può concludere in base alla data della morte del 1275 che nacque intorno al 1175.

Dopo aver studiato presso la Cattedrale di S. Croce a Barcellona, studiò diritto canonico all’Università di Bologna e nella medesima città, dopo aver conseguito la licenza, insegnò diritto, ricevendo uno stipendio dall’amministrazione cittadina.

L’influenza del docente Reginaldo da Bologna favorì la sua conversione all’ordine dei frati predicatori. Nel 1218 Berengario IV di Palali, vescovo di Barcellona, dopo un pellegrinaggio a Roma, era giunto a Bologna per chiedere a Domenico di Guzmán qualche frate predicatore per una fondazione nella sua diocesi.

Avendo udito grandi elogi di Raimondo, gli chiese di insegnare nel seminario che intendeva fondare per l’educazione del suo clero, conformemente ai decreti del Quarto concilio lateranense. Raimondo accettò e seguì a Viterbo il vescovo, il quale, alla corte di Onorio III, incontrò Domenico, dal quale ottenne il personale necessario per la fondazione di un convento.

San Raimondo de Penafort ebbe importanti incarichi da papa Gregorio IX come quello di appoggiare il re Giacomo I d’Aragona nella sua crociata contro i Mori delle Isole Baleari. Fu incaricato di raccogliere tutte le Decretali e decisioni pontificie, destinate a sostituire le varie raccolte già esistenti.

Fu molto impegnato nella lotta contro l’eresia in Spagna e gli era molto a cuore la missione per evangelizzare gli “infedeli”. A settant’anni si ritirò da ogni carica ufficiale e morì nel 1275 e fu sepolto a Barcellona. Papa Clemente VIII lo ha canonizzato il 29 aprile 1601.

PREGHIERA

Signore, che scegliesti il beato Raimondo ad insigne ministro del sacramento della Penitenza, concedici di poter fare, per sua intercessione, degni frutti di penitenza, e giungere al porto di eterna salvezza.

MARTIROLOGIO ROMANO

San Raimondo di Penyafort, sacerdote dell’Ordine dei Predicatori: insigne conoscitore del diritto canonico, scrisse rettamente e fruttuosamente sul sacramento della penitenza e, eletto maestro generale, preparò una nuova redazione delle Costituzioni dell’Ordine; in avanzata vecchiaia a Barcellona in Spagna si addormentò piamente nel Signore.