San Gennaro, niente miracolo: ecco cos’è accaduto quando non c’è stata la liquefazione del sangue

Il 2020 è un Annus horribilis, la pandemia ha stravolto la vita di tutti noi. Per i fedeli e gli abitanti di Napoli, forse, da oggi lo è ancora di più visto che non si è ripetuto il miracolo della liquefazione del sangue di San Gennaro.

Volgendo lo sguardo al passato la mancata liquefazione del sangue di San Gennaro nel 1939 e 1940 terribili anni della seconda guerra mondiale. Il segnale di un anno infausto anche nel 1973 quando a Napoli ci fu la diffusione del colera o nel 1980 con il terribile terremoto dell’Irpinia.

Monsignor Vincenzo De Gregorio, ha parlato al termine della messa delle 9: “Quando abbiamo preso la teca dalla cassaforte  il sangue era assolutamente solido e rimane assolutamente solido“.

Vaccini, arriva l’ufficialità del Ministero della Salute: Astrazeneca solo agli over60

Astrazeneca sarà somministrato solo agli under60. La decisione è stata ressa nota durante la conferenza stampa delle 16.30 del Ministero della Salute. Oltre al ministro...

Alle 18.30 ci sarà una nuova celebrazione e i fedeli sapranno se il sangue del santo patrono di Napoli si è sciolto.

La mancata liquefazione del sangue di San Gennaro è presagio di un anno difficile che potrebbe portare, come raccontato in precedenza, episodi tragici. Ovviamente va sottolineato che si tratta di una credenza popolare alla quale i fedeli e i cittadini di Napoli sono molto legati.