San Felice da Nola: Santo del Giorno 14 Gennaio. Storia e Tradizione

Oggi 14 Gennaio la Chiesa Cattolica celebra San Felice da Nola.

San Felice sacerdote nacque a Nola nella seconda metà del III secolo da nobile famiglia, fu posto in prigione dai nemici e fu liberato da un Angelo, che lo condusse ad un monte, dove diede soccorso a S. Massimo vescovo di Nola, ivi nascosto, e consumato dalla fame e dal freddo.

Animava i suoi concittadini alla pazienza nella grave persecuzione, che per divina permissione, muovevano contro i fedeli gli idolatri, e con il suo l’esempio insegnava loro il modo di farsi strada, per mezzo della sofferenza delle miserie temporali, alle consolazioni eterne.

Paestum: si confessa dal prete e in anonimato restituisce 200 monete antiche

Prima si è confessato in chiesa e poi, attraverso il parroco, ha fatto recapitare al Parco Archeologico di Paestum una busta con più di...

Perseguitato di nuovo dagli infedeli, Dio miracolosamente lo liberò dalle loro mani, facendo che passasse in mezzo a loro, e che gli parlassero senza che lo riconoscessero; onde pensavano a cercarlo in altra parte, quando, da certi maligni manifestato, si salvò fra alcuni dirupi, ove coperto all’improvviso con tele di ragno dalla divina Provvidenza, non fu veduto dai persecutori.

Grazie alla pace costantiniana Felice era rientrato in diocesi. Qui, pur essendo stato indicato come successore dal vescovo Massimo, alla morte di questi rifiutò l’elezione e visse in povertà fino alla fine dei suoi giorni. In suo onore si tengono due feste con processioni dal 5 al 14 gennaio, data della sua memoria liturgica.

PREGHIERA

Quando Dio è con noi, le tele di ragno ci servono per sicuri ripari; ma quando egli non è con noi, ogni riparo, benchè fortissimo, è come tela di ragno per nostra difesa. S. Paolino.

PRATICA

Cercate Cristo, e quando l’avrete sarete ricco e non avrete bisogno d’altro. Egli sarà il vostro provveditore e farà fedelmente i vostri interessi.

Lieto sarò se meco avrò il Signore, Nè de’ nemici miei avrò timore