Salerno: si prepara la prossima edizione del Premio Charlot

Iniziano i lavori per la preparazione della XXIX edizione del Premio Charlot, che si terrà a Salerno da Luglio ad Agosto 2017.

L’ edizione XXIX si preannuncia piena di novità, una delle quali è la composizione della ricchissima giuria, che avrà il compito di giudicare i partecipanti nelle categorie cinema, teatro, fiction, televisione, pubblicità e radio, e dovrà assegnare le ambite statuette in ceramica vietrese, raffiguranti Charlie Chaplin.

Il Vice Presidente sarà Valerio Caprara, critico e giornalista de Il Mattino, alcuni componenti della giuria saranno: Marino Bartoletti (giornalista, critico musicale), Andrea Biondi (Sole 24 ore), Annabella Cerliani (autrice e regista), Alessandra Comazzi (La Stampa), Gianfranco Coppola (Tg3 Rai Campania), Titta Fiore (Il Mattino), Luigi Grispello (presidente Agis), Umberto Inverso (dirigente Agis), Claudio Mattone (compositore), Pierfrancesco Pingitore (Autore e regista), Roberto Ritondale (Ansa), Roberto Rosseti (giornalista Rai), Claudio Tortora (patron del Premio Charlot), Enrico Vanzina (Regista), Maria Volpe (Corriere della Sera), Mario Zaccaria (giornalista Ansa Campania).

Il Premio Charlot è nato sul finire degli anni ’80 da dalla volontà di creare un talent prize in cui far muovere i primi passi alle giovani generazioni di comici italiani.

Ancora oggi questa manifestazione, riconosciuta tra le più accreditate dai media nazionali, non smette di ricercare quanto di nuovo si muove nel variegato mondo della comicità con instancabile entusiasmo.

L’attenzione e la cura dei particolari hanno portato nel tempo grandi frutti rendendo il Premio Charlot una fucina di talenti che oggi rappresentano una delle parti migliori della comicità italiana.

L’intitolazione al grande più grande attore comico del novecento, personaggio tragico e satirico allo stesso tempo, espressione ironica della contemporaneità e di tutte le sue sfaccettature è stata una scelta a suo modo “obbligata”.

“Il Premio Charlot non è solo cabaret” – dice il patron Claudio Tortora – “Quando più di 10 anni fa decidemmo di formare una giuria di esperti che premiasse le eccellenze del mondo dello spettacolo e della cultura in genere, fu perché era importante, non solo ricercare nuovi e talentuosi comici, ma anche e soprattutto valorizzare sempre di più l’immagine di Charlie Chaplin che non è solo Charlot”.

Tra i nomi dei partecipanti tra gli artisti emergenti lanciati dal Premio Charlot di Salerno che sono successivamente diventati artisti apprezzati e ricercati vi sono Vergassola, Teo Mammuccari, Barbaro, Di Carlo, Zucca, Cassini, il Mago Forest, Ale e Franz oltre ad una consistente parte di quanti hanno successivamente animato il programma Zelig.