Salerno: al “Ruggi” 50 posti in meno durante il periodo estivo. Ecco la nota dell’Azienda Ospedaliera

Durante il periodo estivo l’ospedale di Salerno “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” perderà cinquanta posti letto.

A soffrire particolarmente di questo taglio sono i plessi secondari come Cava de’ Tirreni, Mercato San Severino e Ravello. Mario Polichetti, sindacalista della Fials provinciale, ha chiesto l’intervento del ministro della Salute Giulia Grillo per ridare subito dare dignità alla comunità salernitana.

«Sicuramente le difficoltà sono tantissime e lo capiamo – ha detto Polichetti -, ma non si può accettare che questa notizia passi sotto silenzio, mascherata per evitare di scuotere le coscienze. A cosa servono le nuove assunzioni, che pur vengono fatte e sono importanti, se poi i posti letto durante i mesi estivi diminuiscono. La riduzione di 50 unità non assolutamente sottovalutata. La dottoressa Grillo sia da supporto alla Regione Campania e all’attuale direzione generale del “Ruggi” per un progetto sulla sanità che non sia basato solo su tagli ragionieristici».

Vinci Casa, i numeri vincenti di oggi 17 Luglio. Vinta una Casa!

Vi piacerebbe vincere una casa giocando appena 5 numeri? Se il vostro sogno è questo allora non vi resta che tentare la sorte con Vinci...

Intanto una nota della stessa azienda ospedaliera di Salerno fa luce sulla disponibilità dei posti letto. “Nel periodo estivo – si legge nella nota -, considerata la carenza di personale alla quale si sta ponendo rimedio con numerose assunzioni e dovendo concedere le ferie al personale medico e di comparto, si provvede gradualmente ad accorpamenti che comportano, in totale, una riduzione di posti letto che non supererà le 50 unità. A fronte di tale lieve riduzione, l’Azienda continua a garantire tutte le normali attività, potenziandone addirittura alcune: la nostra UOC di Oculistica è l’unica, in Regione, a garantire gli interventi in urgenza h 24 nel mese di agosto; nei mesi estivi si registra un aumento delle fratture di femore over 65 per le quali si sta continuando a garantire l’intervento entro le 48 ore; nel periodo estivo si intensifica l’attività di terapia iperbarica”.

Il Ruggi specifica inoltre che la struttura ha una disponibilità media di 575 posti letto; 716 è, invece, il valore della dotazione di posti letto programmati che il Piano Ospedaliero Regionale prevede nella piena e completa attuazione.

Nel periodo estivo, considerata la carenza di personale (alla quale peraltro si sta ponendo rimedio con numerose assunzioni) e dovendo concedere le dovute ferie al personale medico e di comparto, si provvede gradualmente ad accorpamenti che comportano, in totale, una riduzione di posti letto che non supererà le 50 unità. A fronte di tale lieve riduzione, l’Azienda continua a garantire tutte le normali attività, potenziandone addirittura alcune.