Salerno: conclusi i lavori a “Marini d’Arechi”, il porto dei record

Un’opera costata oltre 120 milioni di euro, che mette a disposizione dei diportisti 340.000 metri quadri specchi acquei, per la qualità e capacità dei servizi si impone come uno dei più evoluti e moderni al mondo. Si tratta del porto Marini d’Arechi, costruito sul litorale di levante di  Salerno, i lavori del quale hanno preso il via nel luglio 2010 e che ormai sono stati ultimati.

Nonostante la conclusione delle opere sia di pochi giorni fa il porto salernitano è già entrato di diritto nell’elite della nautica internazionale. Con i suoi 1000 posti barca dai 10 ai 100 metri di lunghezza, un centro di rimessaggio invernale che è evoluto in un cantiere di manutenzione e riparazione, con la torre di controllo, un servizio di concierge, video e telesorveglianza, accessi controllati elettronicamente, guardianaggio h24 sarà fiore all’occhiello della città.

Con questa opera Salerno si impone sempre di più come città europea e capitale del turismo. Ora dal porto salernitano potranno partire ed attraccare barche provenienti e dirette in qualsiasi parte del mondo, grazie alla posizione privilegiata in pochi minuti si possono raggiungere via mare località meravigliose quali la Costiera Amalfitana, Sorrento, il Cilento e le immortali isole di Capri ed Ischia.  La scelta dei progettisti è stata quella di realizzare un’isola interamente dedicata alla nautica che è collegata alla terra ferma solo grazie ad un ponte.