Salerno e le Sue Chiese: la Chiesa di Santa Rita da Cascia nel Centro Storico

L'ingresso della Chiesa di Santa Rita a Salerno - Foto by Domenico Rocco Facebook

La chiesa dedicata al culto di Santa Rita da Cascia a Salerno, che vediamo al larghetto davanti alla gradinata di San Pietro a Corte, è l’antica Sant’Antonio di Vienne, dipendenza della stessa San Pietro a Corte, la cui prima notizia certa risale al 1372.

L’edificio si presenta esternamente con un ordine di lesene con capitelli a volute culminate da un timpano triangolare.

L’interno, sottoposto a restauro nel 1953, è costituito da un’aula di forma rettangolare a navata unica separata dal transetto da un arco a tutto sesto.

San Federico di Utrecht: Santo del giorno. In quali città si festeggia il 18...

Oggi 18 luglio si celebre San Federico. Nipote del re dei Frisi Radbodo, fu  ordinato  prete della diocesi di Utrecht e fu incaricato dell'educazione dei catecumeni: succedette nell'episcopato al vescovo Ricfrido e si...

Le strutture verticali in muratura reggono un tetto a falde nascosto da una volta a botte (replicata nel presbiterio).

Pregevole è l’edicola in legno posta sull’altare maggiore con una pittura del XVII secolo raffigurante la Vergine del Carmelo.

Chiesa di Santa Rita a Salerno: un pò di storia e descrizione degli interni

Nella chiesa risulta eretto un oratorio sotto il titolo di Gesù e Maria nel 1595.

Nel 1618 si parla di confraternita sotto il titolo del Nome di Gesù.

Nel 1625 si precisa che tale confraternita, eretta presso l’altare maggiore della chiesa, si dedica alla sepoltura dei poveri.

L’altare dedicato a sant’Antonio è quello laterale di sinistra stando a quanto si dice in documenti del 1640.

La sagrestia di nuova costruzione, e quindi l’ospedale risalgono invece al 1663.

La sagrestia conserva un’urna funeraria romana trasformata in lavabo

L’Ascensione collocata sotto la volta è del XVIII secolo.

Della stessa epoca è anche il pulpito ligneo bianco e oro.

Invece, gli affreschi ai lati dell’arco trionfale raffiguranti i santi Pietro e Paolo sono del XIX secolo.

Il soffitto, decorato a stucco, presenta al centro una Immacolata, opera giovanile di Pasquale Avallone del 1913.

Presente anche una statua in pietra di sant’Antonio di Vienne.

Oggi la chiesa di Santa Rita a Salerno è ancora molto frequentata e viva, soprattutto nel periodo in cui si festeggia la Santa.

Fonte: Salerno Storia