La Salernitana esonera Davide Nicola. Il tecnico, artefice del miracolo-salvezza del 22 maggio scorso, paga la rovinosa sconfitta di Bergamo: è il peggior passivo del ventunesimo secolo per una squadra di serie A. Da rivedere la posizione del ds De Sanctis. Parte il totoallenatore: Semplici, Paulo Sousa o Di Francesco?

La Salernitana, attraverso una nota diramata alle ore 11, ha ufficialmente salutato l’allenatore Davide Nicola. L’allenatore paga la debacle di Bergamo contro l’Atalanta.

L’U.S. Salernitana 1919 comunica di aver sollevato dall’incarico di allenatore della Prima Squadra il Sig. Davide Nicola.

La Società ringrazia il tecnico per la passione e la dedizione al lavoro dimostrata, per l’impegno profuso nel raggiungere lo storico traguardo della salvezza in Serie A e gli augura le migliori fortune professionali per il prosieguo della sua carriera.

L’allenatore paga, inevitabilmente, l’otto a due con cui è andata in archivio la partita di Bergamo contro l’Atalanta. Un risultato umiliante sia per il blasone dell’Ippocampo che per gli oltre 1100 sostenitori di fede granata giunti al Gewiss Stadium.

Nicola lascia dopo la miracolosa salvezza della stagione precedente, culminata con la più dolce delle sconfitte sportive: il 4 a 0 dell’Udinese all’Arechi.

A poche ore dall’esonero impazza già il totoallenatore. In pole c’è l’ex Spal Leonardo Semplici, anche se giungono voci su un interessamento per Eusebio Di Francesco. Il nome nuovo, invece, sarebbe quello di Paulo Sousa. L’ex Viola ha lasciato il Flamengo a giugno ed è libero da vincoli contrattuali. Per lui sarebbe gradito il ritorno in massima serie.

Capitolo ds: Iervolino sarebbe propenso a continuare con De Sanctis. Un ribaltone, al momento, sembra poco plausibile. Sarà necessario attendere le prossime ore per capirne di più.

Articolo successivo

Grande Fratello Vip, Antonino Spinalbese ha chiesto un cachet maggiore per tornare nella casa: le cifre