Rocco Commisso: chi è, età, lavoro, carriera del nuovo proprietario della Fiorentina

Nelle ultime ore il nome di Rocco Commisso è protagonista su tutti i giornali e siti di informazione sportiva e non solo.

Un imprenditore italo-americano che ama investire nello sport e in particolare nel calcio. Oltre alla Fiorentina, squadra appena acquistata, negli states è il patron dei New York Cosmos.

Rocco Commisso: chi è, età, lavoro, carriera del nuovo proprietario della Fiorentina

Rocco Commisso è nato in Calabria, per la precisione a Marina di Gioiosa Ionica, il 25 novembre 1949.

Emergenza Covid a Vietri sul Mare: 20 nuovi casi di contagio nelle ultime 24...

Nuova emergenza Covid a Vietri sul Mare. Nelle ultime 24 ore sono stati ben 20 i nuovi casi di positività al virus accertati nel paese...

A soli 12 anni il piccolo Rocco si è trasferito in America, insieme alle due sorelle e alla madre, per raggiungere il padre che faceva il falegname.

Ha la possibilità di studiare alla Mount Saint Michael Academy e grazie al calcio si aggiudica una borsa di studio alla Columbia University dove si laurea in ingegneria industriale nel 1971.

Il primo impiego di Rocco Commisso è all’interno della Pfizer e dopo un master in economia lavora presso la Chase Manhattan Bank per poi spostarsi alla Royal Bank of Canada dove dirige le attività di prestito ai settori dei media e delle comunicazioni.

A partire dal 1986 diventa il vicepresidente della Cablevisione e durante questo periodo la società arriva tra le prime 10 compagnie produttrici di cavi per numero di clienti, oltre 1,3 milioni.

Nel 2017 decide di investire nel mondo del calcio e diventa socio di maggioranza dei New York Cosmos, salvandoli dal fallimento. Attualmente la squadra milita nella seconda divisione americana.

E’ di pochi giorni fa la notizia del suo più importante investimento per Rocco Commisso nel mondo del calcio: ha acquistato la Fiorentina.

Per quanto concerne la sua vita privata il neo presidente viola è sposato ha due figlie e il suo patrimonio ammonta a circa 4,7 miliardi di dollari.