Ritrovato il Gratta e Vinci da 500mila euro rubato: il tabaccaio ne rivendica il possesso

Dopo aver rubato il Gratta e Vinci da 500mila euro il tabaccaio napoletano si era recato in banca prima di cercare di partire verso le Canarie.

Si tratta di una vicenda che le forze dell’ordine stanno cercando di ricostruire al dettaglio, ma che al momento pende interamente dalla parte della signora che sabato scorso denunciò l’accaduto.

Il tagliando è stato ritrovato in una banca di Latina, depositata proprio dall’uomo accusato di averlo sottratto alla signora, ma che prova comunque a difendersi rivendicandone il possesso.

Secondo una ricostruzione prima ricostruzione dei fatti il tabaccaio dopo aver saputo che il gratta e vinci avrebbe consentito di intascare mezzo milione di euro lo avrebbe rubato all’anziana donna che l’aveva acquistato e sarebbe scappato via.

I carabinieri sono dopo ore di ricerche hanno individuato e fermato l’uomo all’aeroporto di Roma.

I carabinieri della Compagnia Stella hanno denunciato per furto l’uomo che ieri è fuggito appena raccolta la denuncia, i militari hanno diramato le ricerche per l’intero territorio europeo, frontiere comprese.

Quando si è presentato all’aeroporto di Fiumicino con un biglietto aereo per Fuerteventura, pronto a lasciare l’italia, la Polizia di Frontiera ha rilevato l’alert sulla sua identità e lo ha bloccato.

I militari lo hanno quindi identificato. Non aveva con sé il biglietto e quindi sono state avviate le ricerche per ritrovare il gratta e vinci.

Il biglietto è stato quindi ritrovato in una banca di Latina. Secondo quanto riporta FanPage il tabaccaio ne rivendicherebbe il possesso.